Violenza su donne, protocollo Procura-Asp Catania


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Catania, 20 dic. (AdnKronos Salute) - Un protocollo finalizzato alla realizzazione di un sistema informatico per la condivisione di dati utili per un più efficace contrasto della violenza domestica e di genere è stato sottoscritto dalla Procura distrettuale di Catania con l'Azienda sanitaria provinciale e le aziende ospedaliere G. Garibaldi, Cannizzaro e Policlinico Vittorio Emanuele.

L'iniziativa, una tra le prime sul territorio nazionale, segue alla legge 19 luglio 2019 n.69, cosiddetta sul 'Codice rosso', che ha innovato e modificato la disciplina penale, sia sostanziale che processuale, della violenza domestica e di genere, richiedendo alle autorità di adottare provvedimenti di protezione delle vittime e di repressione delle condotte. Già in precedenza il decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 24 novembre 2017 su 'Linee guida nazionali per le aziende sanitarie e le aziende ospedaliere in tema di soccorso e assistenza socio-sanitaria alle donne vittime di violenza' raccomandava alle Regioni di adeguare i sistemi informatici aziendali e regionali nel rispetto di quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali, per consentire alle aziende sanitarie e regionali di essere in rete.

Il progetto, che ha visto la disponibilità dell'assessore regionale alla Sanità, si è avvalso della collaborazione della Polizia postale e delle comunicazioni, che ha curato gli aspetti relativi alla protezione dei dati, anche alla luce della normativa prevista dal Regolamento generale sulla protezione dei dati (Gdpr).