Veverimer contrasta l’acidosi metabolica legando direttamente l’acido cloridrico


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Veverimer, un polimero in grado di legare ed eliminare l’acido cloridrico, si è dimostrato superiore al placebo nel correggere l’acidosi metabolica in pazienti con malattia renale cronica non dializzati.
  • Il trattamento è sicuro; gli effetti collaterali interessano principalmente il tratto gastro-intestinale.

 

Descrizione dello studio

  • Lo studio di fase 3, multicentrico, in doppio cieco, ha arruolato 217 pazienti adulti con malattia renale cronica non dialisi-dipendente (eGFR 20-40 ml/min per 1,73 m2) e acidosi metabolica (bicarbonato sierico 12-20 mmol/L).
  • I pazienti sono stati randomizzati: un gruppo (n=124) è stato assegnato al trattamento con veverimer (6 g/die), un gruppo (n=97) al placebo per 12 settimane.
  • Non è stato fatto nessun intervento sulla dieta.
  • L’esito primario composito di efficacia era un aumento della concentrazione del bicarbonato > 4 mmol/L rispetto alla baseline o il raggiungimento di una concentrazione nel range di normalità (22-29 mmol/L).
  • La qualità di vita legata alle funzioni fisiche è stata valutata mediante questionario (Kidney Disease and Quality of Life Short Form-36 Physical Functioning subscale).
  • La sicurezza del trattamento è stata valutata in tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose.
  • Fonte di finanziamento: Tricida.

 

Risultati principali

  • L’esito primario di efficacia è stato raggiunto dal 59% dei pazienti del gruppo veverimer e dal 22% dei pazienti del gruppo placebo (differenza 37%, 95%CI 23-49; P
  • La qualità della vita legata alle funzioni fisiche è migliorata in misura significativamente maggiore nel gruppo veverimer rispetto al gruppo placebo (P=0,0122).
  • Gli eventi avversi hanno interessato principalmente il tratto GI (diarrea flatulenza, nausea, costipazione); questi eventi si sono verificati nel 13% dei pazienti del gruppo veverimer e nel 5% dei pazienti del gruppo placebo.
  • L’evento avverso più comune era la diarrea (9% nel gruppo veverimer e 3% nel gruppo placebo), ma nessun paziente ha interrotto il trattamento.

 

Limiti dello studio

  • Lo studio è di breve durata (12 settimane).

 

Perché è importante

  • Per il trattamento dell’acidosi metabolica che si instaura nei pazienti con malattia renale oggi si usa il bicarbonato di sodio che neutralizza l’acido cloridrico, senza eliminarlo.
  • Veverimer è un polimero non assorbibile che lega in modo selettivo ed elimina l’acido cloridrico dal lume gastrointestinale; l’assenza di controioni evita il sovraccarico dei reni dei pazienti.
  • In questo studio randomizzato, veverimer ha migliorato significativamente l’acidosi metabolica nei pazienti con malattia renale cronica, mostrando un profilo di sicurezza desiderabile.
  • Altri studi dovranno valutare gli effetti di veverimer sulle conseguenze a lungo termine dell’acidosi metabolica (progressione della malattia renale, catabolismo, muscolare, riassorbimento osseo).