Vedolizumab induce la remissione endoscopica e istologica nel morbo di Chron


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Nel morbo di Chron (CD), il trattamento con vedolizumab (VDZ) induce la remissione endoscopica in un terzo dei pazienti e la remissione istologica in due-terzi dei pazienti.
  • Concentrazioni sieriche di VDZ più elevate si associano a esiti migliori.

 

Descrizione dello studio

  • Lo studio multicentrico ha arruolato 110 pazienti con CD attivo (Crohn's Disease Activity Index [CDAI; range 0-600] >220) e ulcere della mucosa.
  • I pazienti hanno ricevuto un’infusione di VDZ (300 mg) alla settimana 0, 2, 6 e poi ogni 8 settimane fino alla settimana 52; alla settimana 10, i pazienti il cui CDAI non era diminuito di 70 punti hanno ricevuto un’infusione aggiuntiva.
  • I pazienti sono stati sottoposti a ileocolonscopia con biopsia (settimana 26 e 52).
  • La valutazione endoscopica è stata fatta mediante lettura locale e centralizzata (Simple Endoscopic Score [SES-CD; range 0-60]).
  • La valutazione istologica è stata fatta in cieco alla settimana 26.
  • La concentrazione sierica di VDZ è stata misurata a vari tempi.
  • L’esito primario era la remissione endoscopica (SES-CD
  • Fonte di finanziamento: Takeda Pharmaceuticals (unrestricted grant).

 

Risultati principali

  • Erano in remissione clinica libera da corticosteroidi (CDAI
  • Nell’analisi per intenzione al trattamento, la remissione endoscopica è stata raggiunta da 36 pazienti (33%) alla settimana 26 e da 40 pazienti (36%) alla settimana 52.
  • Il tasso di risposta endoscopica (diminuzione SES-CD >50%) era 40% alla settimana 26 e 45% alla settimana 52.
  • Nei pazienti con SES-CD più bassi, la concentrazione sierica di VDZ alla settimana 2, 10 e 22 era più elevata.
  • Una concentrazione di VDZ >10 mg/L alla settimana 22 si associava alla remissione endoscopica alla settimana 26.
  • La remissione istologica è stata raggiunta da 43 pazienti su 67 (64%, Geboes Score) e da 37 pazienti su 56 (66%, Robarts Histopathology Index score).

 

Limiti dello studio

  • È uno studio open-label.

 

Perché è importante

  • Vedolizumab, un anticorpo monoclonale umanizzato diretto contro l’integrina α4β7 che inibisce la migrazione dei leucociti nella mucosa intestinale, è approvato per il trattamento del morbo di Chron moderato-severo, tuttavia mancavano dati sulla remissione endoscopica e istologica.