Uso off-label degli antipsicotici di seconda generazione per il trattamento del disturbo borderline di personalità


  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SIF Societa' Italiana di Farmacologia

Uso off-label degli antipsicotici di seconda generazione per il trattamento del disturbo borderline di personalità: una indagine conoscitiva su un campione di psichiatri italiani

A cura di Dott.ssa Concetta Rafaniello

Il Disturbo borderline di personalità (DBP) è un grave disturbo psichiatrico caratterizzato da una modalità pervasiva di instabilità e di ipersensibilità nei rapporti interpersonali, instabilità nell'immagine di sé, estreme fluttuazioni dell'umore, e impulsività. Il DBP ha una prevalenza stimata dell'1,6%, ma può arrivare fino al 5,9%. Nei pazienti trattati in ricovero ordinario per disturbi mentali, la prevalenza è del 20% circa. Circa il 75% dei pazienti con diagnosi di tale disturbo è di sesso femminile

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale