Uso di antibiotici e tumore del colon-retto, un legame forse mediato dal microbiota


  • Cristina Ferrario - Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • L’uso di antibiotici si associa a un incremento del rischio di tumore del colon, con effetti maggiori osservati a livello del colon prossimale e con antibiotici anti-anaerobi.
  • Di contro, il rischio di tumore del retto si riduce con l’uso di antibiotici ad esposizioni cumulative più elevate.
  • Una tale eterogeneità nell’effetto suggerisce la presenza di differenze nel microbiota intestinale e nei meccanismi di carcinogenesi lungo il basso tratto intestinale.

Descrizione dello studio

  • Lo studio caso-controllo ha incluso pazienti con tumore colorettale (CRC) e fino a 5 controlli per ciascun paziente.
  • Le informazioni utilizzate nello studio (periodo 1989-2012) sono state ottenute mediante il Clinical Practice Research Datalink (CPRD) del Regno Unito, uno dei più grandi database di informazioni cliniche raccolte in modo prospettico.
  • Fonte di finanziamento: Johns Hopkins Fisher Center Discovery Program e Bloomberg~Kimmel Institute for Cancer Immunotherapy.

Risultati principali

  • Sono stati identificati in totale 28.980 casi di CRC e 137.077 controlli.
  • L’uso di antibiotici orali è risultato associato al rischio di CRC, ma con effetti diversi a seconda della localizzazione anatomica.
  • Il rischio di tumore del colon è aumentato in modo dose-dipendente con l’uso di antibiotici (P per la tendenza
  • Il rischio è stato osservato dopo un utilizzo minimo ed è risultato maggiore nel colon prossimale e con antibiotici diretti contro batteri anaerobi.
  • Di contro, è stata osservata una associazione inversa tra uso di antibiotici e tumore del retto (P per la tendenza=0,003), in particolare se l’esposizione al trattamento antibiotico era superiore a 60 giorni (OR aggiustato [ORa]  0,85) rispetto a nessuna esposizione.
  • Le penicilline, in particolare ampicillina/amoxicillina hanno portato a un incremento del rischio di tumore del colon (ORa=1,09), mentre le tetracicline hanno ridotto il rischio di tumore del retto (ORa=0,90).
  • Sono state identificate interazioni significative tra utilizzo di antibiotici e posizione del tumore (colon vs retto, P per l’interazione
  • L’associazione antibiotico-tumore è stata osservata per un’esposizione verificatasi anche più di 10 anni prima della diagnosi (ORa=1,17).

Limiti dello studio

  • La fonte dei dati non include informazioni potenzialmente utili come l’aderenza alla terapia o altri fattori di rischio legati allo stile di vita.
  • Non è stato possibile valutare la relazione tra età all’uso di antibiotico e tumore.
  • In molti casi non era disponibili informazioni sulla localizzazione esatta del tumore.
  • Mancano dati sullo stadio di malattia.

Perché è importante

  • L’utilizzo di antibiotici, già molto elevato, è in continua crescita.
  • Comprendere il legame tra questi farmaci, il microbiota e altre patologie è molto importante in termini di salute pubblica.
  • Dal punto di vista oncologico, la disbiosi causata dagli antibiotici potrebbe permettere la colonizzazione dell’intestino da parte di batteri che favoriscono la carcinogenesi del colon-retto.