Univadis COVID-19 Sintesi settimanale del 26 Giugno


  • Sarah Issa
  • Univadis Medical News
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

A causa dei rapidi cambiamenti nella natura della pandemia da COVID-19, noi a Univadis desideriamo condividere con voi gli articoli di maggior impatto e più significativi sul piano clinico pubblicati dal nostro network nella settimana passata. Alcuni di questi articoli sono pubblicati solo in lingua locale ma abbiamo cercato di sintetizzare i punti chiave e abbiamo linkato alla fonte originale di ciascun articolo, nel caso voleste saperne di più (le lingue diverse dall'inglese sono menzionate tra parentesi).

Questa è una sintesi rapida delle best practice emerse durante la rapida evoluzione di questa panedmia. Qualsiasi informazione riguardante COVID-19 è soggetta a cambiamenti man mano che diventano disponibili nuovi dati. Alcune informazioni qui sotto possono anche essere in contrasto con le indicazioni delle autorità locali o globali. Potete trovare le notizie più aggiornate su COVID-19 sul vostro sito Univadis locale o tramite l'app per smartphone.

 Ci auguriamo che queste informazioni siano utili per la vostra presa in carico dei pazienti, che siate direttamente coinvolti con COVID-19 o meno.

  1. L'OMS stima che il numero dei casi di COVID-19 raggiungerà i 10 milioni nel corso della prossima settimana. L'epidemia è in crescita negli Stati Uniti, dove in un solo giorno sono stati segnalati più di 34.000 nuovi casi.
  2. Le raccomandazioni terapeutiche [Francese] dell'Alto Consiglio di Sanità Pubblica per il COVID-19 sono state aggiornate in una lettera al Direttore Generale della Sanità. Tra queste anche il fatto che in assenza di un trial randomizzato controllato prospettico qualsiasi trattamento di COVID-19 che devia dalle raccomandazioni deve essere prescritto dopo una decisione collegiale; il ruolo della terapia antibiotica è limitato e l'azitromicina non è raccomandata.
  3. In Inghilterra, la regola dei 2 metri è stata ammorbidita e la pubblicazione in preprint del trattamento con desametasone ha fatto dire ai ricercatori che i risultati del trial RECOVERY costituiscono una "scoperta fondamentale". Sulla base di risultati preliminari, il farmaco è ora il trattamento standard per COVID-19 negli ospedali britannici per i pazienti che ricevono ossigeno o ventilazione meccanica. Inoltre i trial sul modello animale mostrano che il vaccino prodotto dall'Università di Oxford potenzia la risposta immunitaria nei maiali.
  4. Il Dipartimento della Salute spagnolo ha riferito il decesso di 2 pazienti con COVID-19 nelle 24 ore di mercoledì 24 giugno, portando il numero totale dei decessi dall'inizio della pandemia a 28.327.
  5. Benché al momento non sia stata documentata la trasmissione di SARS-CoV-2 attraverso trapianti di organo o tessuti, un aggiornamento delle misure di prevenzione della trasmissione attraverso questa via è stato pubblicato in Italia in vista della rapida evoluzione epidemiologica e della diffusione del virus nel Paese.