Undicimila decessi per antibiotico-resistenza, Fnomceo forma medici


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 17 ott. (Adnkronos Salute) - Combattere l'antibiotico-resistenza, che costa ogni anno la vita a 700 mila persone nel mondo, di cui 33 mila in Europa e 11 mila solo in Italia, promuovendo l'uso ottimale degli antibiotici, la scelta del farmaco, del dosaggio, la modalità e la durata della somministrazione. E' l'obiettivo del nuovo corso di formazione a distanza gratuito 'Antimicrobial stewardship: un approccio basato sulle competenze', promosso dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo). Il corso, che è aperto a medici e odontoiatri e sarà fruibile dal 18 ottobre al 31 dicembre sulla piattaforma Fadinmed (erogando 13 crediti Ecm), punta a diffondere la cultura dell'utilizzo appropriato e saggio degli antibiotici.

"Gli antibiotici sono farmaci salvavita e la loro scoperta è tra i più importanti progressi del XX secolo. Tuttavia, si accumulano dati che dimostrano che l'uso improprio degli antibiotici è diffuso in tutti gli ambienti sanitari - spiega Guido Giustetto, presidente dell'Ordine dei medici di Torino e responsabile scientifico del corso - L'utilizzo eccessivo e spesso non appropriato di questi farmaci ha portato all'apparizione e alla diffusione di batteri resistenti e alla conseguente riduzione dell'efficacia di questi medicamenti".

"Le resistenze agli antibiotici sono attualmente un problema diffuso su scala mondiale e una reale minaccia per la salute pubblica - aggiunge Rosa Prato, epidemiologa, responsabile scientifico del corso e coordinatore per la Puglia del Gruppo tecnico regionale di monitoraggio del Piano nazionale di contrasto dell'antimicrobico-resistenza 2017-2020 - Per preservare l'utilità di questi farmaci salvavita, dobbiamo tutti usare gli antibiotici con saggezza. In particolare, i medici devono saperli prescrivere in modo appropriato, educando i loro pazienti e i colleghi all'uso corretto di questa risorsa medica sempre più scarsa".

"Il corso è la versione italiana di un analogo percorso di aggiornamento dell'Organizzazione mondiale della sanità - conclude Roberto Stella, coordinatore dell'Area strategica Formazione di Fnomceo - E' composto da 16 video, con audio in lingua italiana, dalle diapositive in lingua inglese presentate dai relatori, dalla bibliografia specifica per ogni argomento e da 10 scenari clinici sulla prescrizione appropriata degli antibiotici. Fornisce le conoscenze cliniche necessarie per utilizzare gli antibiotici in maniera appropriata e offre spunti per trasferire queste conoscenze nella pratica clinica quotidiana".