Un tumore può essere un fattore di rischio di diabete di tipo 2 di nuova insorgenza

  • Sylow L & al.
  • Diabetes Care

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo un ampio studio danese, la presenza di un tumore può aumentare il rischio di diabete di tipo 2 (type 2 diabetes, T2D) di nuova insorgenza, con un rischio particolarmente elevato per i pazienti affetti da tumore pancreatico.

Perché è importante

  • Benché sia noto che il T2D al momento della diagnosi di tumore potrebbe aumentare il rischio di mortalità tumore-specifica e di mortalità per tutte le cause, non è chiaro se un tumore sia un fattore di rischio di T2D.

Disegno dello studio

  • I ricercatori hanno analizzato un database danese che includeva 112 milioni di campioni di sangue di 1,3 milioni di soggetti per il periodo tra il 2000 e il 2015.
  • Sono stati inclusi casi di tumori con un’incidenza >1.000 e sono stati esclusi i soggetti con diabete prima della diagnosi di tumore.
  • Finanziamento: gli autori hanno ricevuto sovvenzioni individuali da Novo Nordisk Foundation, Independent Research Fund Denmark, Danish Cancer Society e Università di Copenaghen.

Risultati principali

  • Complessivamente, tutti i tumori sono risultati associati a un aumento del rischio di T2D di nuova insorgenza (HR=1,09; IC 95%, 1,03–1,14).
  • Il rischio di T2D è risultato pronunciato nei pazienti affetti da tumore pancreatico (HR=5,00; IC 95%, 3,62–6,90).
  • Il rischio di T2D dei pazienti è rimasto elevato anche con altri tipi di tumore come:
    • tumori cerebrali e del sistema nervoso (HR=1,54; IC 95%, 1,22–1,95).
    • tumore uterino (HR=1,41; IC 95%, 1,10–1,84).

Limiti

  • Disegno osservazionale.