Un semplice biomarcatore ematico può predire gli esiti di un tumore gastrico?

  • Miyatani K & al.
  • BMC Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La combinazione del rapporto linfociti/proteina C-reattiva (lymphocyte-to-C-reactive protein ratio, LCR) pre- e postoperatorio sembra essere prognostica nei pazienti affetti da tumore gastrico (gastric cancer, GC).

Perché è importante

  • L’LCR è stato recentemente collegato a una sopravvivenza peggiore.
  • Si tratta del primo studio a esaminare la combinazione dell’LCR pre- e postoperatorio nella prognosi dei GC.
  • La valutazione perioperatoria dei livelli di linfociti e proteina C-reattiva è un esame di routine, non invasivo e facile da eseguire.

Disegno dello studio

  • Studio retrospettivo di 455 pazienti con diagnosi istopatologica di adenocarcinoma gastrico sottoposti a chirurgia con intento curativo tra il 2005 e il 2018.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • Un basso LCR preoperatorio è risultato associato in modo significativo a:
    • età (P<0,0001);
    • sesso (P=0,001);
    • dimensioni del tumore (P=0,002);
    • profondità di invasione (P=0,006);
    • metastasi linfonodali (P=0,013);
    • coinvolgimento linfatico (P=0,006);
    • coinvolgimento vascolare (P=0,025);
    • linfadenectomia (P=0,003);
    • complicanze postoperatorie (P=0,012).
  • Un basso LCR postoperatorio è risultato correlato in modo significativo a:
    • età (P<0,0001);
    • sesso (P=0,0007);
    • livello di antigene carcinoembrionario (P=0,045);
    • complicanze postoperatorie (P<0,0001).
  • Sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) a 5 anni dei pazienti con:
    • LCR preoperatorio basso e postoperatorio alto, 81,6%;
    • LCR preoperatorio basso e postoperatoria basso, 52,0%.
  • Nell’analisi multivariata LCR pre- e postoperatorio, età e metastasi linfonodali combinati sono risultati indicatori prognostici indipendenti di OS e sopravvivenza libera da recidiva.

Limiti

  • Disegno retrospettivo, monocentrico.
  • Numero di pazienti relativamente ridotto.