Un Piano per i robot chirurghi in Lombardia


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 17 dic. (AdnKronos Salute) - Un Piano regionale per la chirurgia robotica in Lombardia. L'ok è arrivato nell'ultima seduta di Giunta, con novità e conferme. "Ho promosso nei mesi scorsi la realizzazione di una ricognizione e la conseguente redazione di un Piano tecnico-scientifico in merito all'impiego e alla diffusione della tecnologia robotica, che valutasse con precisione la casistica, la copertura territoriale, gli standard di efficacia e di sicurezza", ha ricordato l'assessore al Welfare, Giulio Gallera. "A seguito degli approfondimenti effettuati dal gruppo di lavoro - ha riferito - è emersa la necessità di fornire un impianto robotico all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, e di confermare quello di Lecco (che verrà sostituito) e quello di Como, oltre agli altri già in funzione sul territorio regionale".

Le nuove apparecchiature - ha comunicato Palazzo Lombardia - saranno reperite tramite un'apposita procedura avviata dalla centrale regionale acquisti Aria, attraverso la formula del noleggio, più vantaggiosa sia in termini economici sia in caso di sostituzione dei dispositivi con prodotti sempre più precisi e performanti. "Sarà contestualmente avviato un attento monitoraggio dell'attività dei robot - ha aggiunto Gallera - che dovranno essere impiegati in modo continuativo per un numero annuo di almeno 250 interventi, anche attraverso convenzioni interaziendali. Questa indicazione è legata alla necessità di assicurare livelli ottimali delle prestazioni, il mantenimento delle competenze per gli operatori e la conseguente garanzia di sicurezza per gli outcome. Nel caso non fossero garantite tali prestazioni, il robot potrebbe essere dislocato in un'altra struttura sanitaria pubblica".

Oltre alla nuova assegnazione di Bergamo, e agli impianti confermati per Como e Lecco, i robot in uso nelle strutture socio-sanitarie e negli Irccs pubblici della Lombardia, che attualmente non necessitano di essere sostituiti, si trovano all'Asst grande spedale metropolitano Niguarda di Milano, l'Asst Spedali Civili di Brescia, l'Irccs Policlinico San Matteo di Pavia e la Fondazione Irccs ospedale Maggiore Policlinico di Milano.