Un paziente chirurgico su quattro torna in ospedale a causa delle aderenze


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Circa un quarto dei pazienti sottoposti a chirurgia addominale o pelvica viene riammesso in ospedale entro cinque anni dall’intervento per problemi collegati alle aderenze.
  • L’uso della tecnica laparoscopica riduce di un terzo il rischio di riammissione ospedaliera per problemi direttamente collegati alle aderenze.

 

Descrizione dello studio

  • Lo studio retrospettivo ha incluso 72.270 pazienti sottoposti a chirurgia addominale o pelvica tra il 2009 e il 2011 (dati Scottish National Health Service).
  • I pazienti sono stati seguiti fino a dicembre 2017.
  • L’esito primario era l’incidenza delle riammissioni ospedaliere collegate alle aderenze a 5 anni.
  • È stato valutato l’impatto dell’approccio chirurgico sul rischio di riammissione.
  • Fonti di finanziamento: Dutch Adhesion Group, Nordic Pharma.

 

Risultati principali

  • Il 29,8% dei pazienti era stato sottoposto a un intervento laparoscopico, il 70,2% a un intervento a cielo aperto.
  • Il 26,7% dei pazienti è stato riammesso in ospedale entro 5 anni dall’intervento per problemi collegati alle aderenze.
  • L’incidenza delle riammissioni per problemi direttamente collegati alle aderenze era di 1,7% nei pazienti sottoposti a laparoscopia e 4,3% nei pazienti sottoposti a laparotomia (P
  • L’incidenza delle riammissioni per problemi probabilmente legati alle aderenze era 16,0% nei pazienti sottoposti a laparoscopia e 18,2% nei pazienti sottoposti a laparotomia (P
  • Nell’analisi multivariata, rispetto alla chirurgia a cielo aperto, la laparoscopia riduceva del 32% il rischio di riammissioni per problemi direttamente collegati alle aderenze (HR 0,68) e dell’11% % il rischio di riammissioni per problemi probabilmente collegati alle aderenze (HR 0,89).
  • Patologie oncologiche, sesso ed età erano altri fattori indipendenti associati al rischio di riammissione collegata alle aderenze.

 

Perché è importante

  • Nel 1999, gli studi SCAR avevano fornito i primi dati epidemiologici su larga scala riguardo alla morbilità associata alle aderenze.
  • Oggi, nonostante l’introduzione della tecnica laparoscopica, la percentuale di pazienti riammessi in ospedale a causa delle aderenze resta molto alta e i pazienti ne vanno informati.
  • La tecnica laparoscopica riduce il rischio di riammissione ospedaliera: con l’aumento nell’utilizzo di questo approccio il numero dei ricoveri e i costi associati potrebbero diminuire.
  • Più ricerca e più investimenti su misure addizionali (es. barriere antiaderenze) potrebbero ulteriormente ridurre le complicanze chirurgiche collegate alle aderenze.