Un nomogramma prognostico evidenzia utilità nel carcinoma nasofaringeo in stadio II

  • Sun XS & al.
  • Oral Oncol
  • 28/11/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Un nomogramma prognostico basato sui risultati di una sperimentazione clinica di fase 3 è predittivo della sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) dei pazienti con carcinoma nasofaringeo (nasopharyngeal carcinoma, NPC) in stadio II.

Perché è importante

  • La stratificazione del rischio aiuta a guidare la gestione dei pazienti.

Risultati principali

  • Età >45 anni (HR: 3,178; P
  • Anche lo stadio T è stato incluso nel nomogramma, sebbene non fosse associato in modo significativo alla OS.
  • Il nomogramma presentava valori dell’indice C di Harrell rispettivamente di 0,748 (IC 95%: 0,682–0,814) e 0,653 (IC 95%: 0,597–0,717) nelle coorti di prova e di convalida.
  • Disegno dello studio

    • Sono stati analizzati i fattori prognostici di 199 pazienti con NPC in stadio II, 97 trattati con CCRT e 102 trattati solo con RT, per la costruzione del nomogramma che è stato poi convalidato in una coorte separata di 306 pazienti.
    • Finanziamento: National Key R&D Program of China; National Natural Science Foundation of China; Sun Yat Sen University Città di Canton; National Key Basic Research Program of China, Provincia di Guangdong; National Science and Technology Pillar Program; Central Universities.

    Limiti

    • Eterogeneità nel regime chemioterapico.
    • I livelli di DNA del virus di Epstein-Barr non sono stati analizzati.