Un’analisi delle urine può consentire di predire il tumore prostatico aggressivo

  • Ball RY & et al.
  • Life

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La firma genetica rischio prostatico multigene sulle urine (Multigene Prostate Urine Risk-4, PUR-4) evidenzia una forte associazione con la presenza e la quantità di tumori di grado di Gleason (GG) 4, ma non con tumori di istologia meno aggressiva.

Perché è importante

  • Il test PUR può valutare la quantità di tumori con pattern di Gleason 4 senza necessità di una biopsia e potrebbe essere uno strumento molto utile per valutare il rischio di mortalità.

Disegno dello studio

  • Studio di campioni di urine (≤30 ml) pre-biopsia di 295 uomini; campioni di biopsia (n=215) e di prostatectomia (n=9).
  • Il biomarcatore PUR è un classificatore in 4 gruppi basato su 36 geni.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • Non è stata osservata alcuna differenza significativa nel livello di PSA in base al volume del tumore per i gradi di Gleason 1, 2 o 3. 
  • Nei dati relativi alle biopsie, il solo stato PUR-4 è risultato collegato al gruppo GG (tendenza di Spearman: P=0,58; P<0,001).
  • Per contro, nei tumori GG2 (3+4) e GG3 (4+3) i livelli di PUR-4 sono aumentati nei tumori di grosso volume ed è stata osservata significatività statistica per i tumori GG2 (P=0,005, Games-Howell).
  • Il PUR-4 non è risultato correlato alla quantità di pattern di Gleason 3, al volume totale del tumore o alle dimensioni della prostata.
  • È stata osservata una forte correlazione tra la quantità di tumori con pattern di Gleason 4 e la firma PUR-4 (r=0,71; P=0,034, Pearson).

Limiti

  • Piccolo numero di pazienti con tumori GG4 e GG5.