Un’alta BMD non è predittiva del rischio di sviluppare il carcinoma mammario in una coorte austriaca

  • Brozek W & al.
  • J Womens Health (Larchmt)
  • 18/12/2018

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Non si osserva alcuna associazione tra alta densità minerale ossea (bone mineral density, BMD; rispetto a bassa BMD) ed eccesso di incidenza o di mortalità del carcinoma mammario nelle donne in post-menopausa iniziale.

Perché è importante

  • I risultati contraddicono l’ipotesi che un’alta BMD rifletta un’esposizione più prolungata agli estrogeni e pertanto sia predittiva del rischio di sviluppare il carcinoma mammario.

Disegno dello studio

  • Coorte prospettica di 3.446 donne partecipanti a un programma medico di prevenzione nell’Austria occidentale.
  • La BMD è stata valutata a livello della colonna lombare mediante assorbimetria a raggi x a doppia energia o TC quantitativa.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Non è stata osservata alcuna associazione tra i quartili più alti di BMD (rispetto al quartile inferiore) e incidenza di carcinoma mammario (follow-up mediano: 20,7 anni).
    • Il quartile superiore di BMD (rispetto al quartile inferiore di BMD) era associato a una riduzione non significativa dell’insorgenza di carcinoma mammario quando il follow-up era limitato ai primi 10 anni dopo la misurazione della BMD (HR: 0,53; IC 95%: 0,25–1,12), ma non quando il follow-up era iniziato 10 anni dopo la misurazione della BMD (HR: 0,97; IC 95%: 0,52–1,78).
  • Non è stata osservata alcuna associazione tra quartili più alti di BMD (rispetto a quello inferiore) e mortalità per qualsiasi causa dopo carcinoma mammario o mortalità specifica per il carcinoma mammario (breast cancer-specific mortality, BCSM).
    • Il quartile superiore di BMD (rispetto a quello inferiore) presentava la mortalità per qualsiasi causa (HR: 0,81; IC 95%: 0,25–2,62) e la BCSM (HR: 0,39; IC 95%: 0,06–2,33) più basse, sebbene non significative, dopo correzione per l’età.

Limiti

  • Disegno osservazionale.
  • Sono state incluse solo donne in post-menopausa iniziale.