Tumori solidi: la conta dei linfonodi metastatici potrebbe aiutare a predire il rischio di mortalità

  • Nguyen AT & al.
  • J Natl Cancer Inst

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nei pazienti affetti da tumori solidi, la conta del numero di linfonodi (LN) metastatici può servire da predittore della mortalità.

Perché è importante

  • I risultati potrebbero potenzialmente migliorare e semplificare la procedura di stadiazione dei tumori solidi.

Disegno dello studio

  • Analisi retrospettiva di circa 1,3 milioni di pazienti del National Cancer Database sottoposti a trattamento chirurgico per tumori solidi in 16 sedi e quasi 2 milioni di pazienti aggiuntivi del registro Surveillance, Epidemiology, and End Results.
  • Finanziamento: Cedars-Sinai Cancer.

Risultati principali

  • Il rischio di mortalità è aumentato proporzionalmente all’aumentare del numero di LN positivi in tutte le sedi di malattia, senza eccezioni (P<0,001 per tutti i segmenti spline).
  • Un carico di LN quantitativo elevato è risultato la singola variabile intrinseca al tumore più fortemente collegata alla mortalità rispetto a qualsiasi fattore intrinseco al tumore in 12 tumori solidi su 16.

Limiti

  • Disegno retrospettivo.