Tumori: polmone, da studio nuove prospettive per capire la risposta alle terapie

  • Antonello Viti De Angelis
  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

ISS Istituto Superiore di Sanita'

Tumori: polmone, da studio nuove prospettive per capire la risposta alle terapie

Pubblicato 08/06/2022 - Modificato 08/06/2022

Il cancro al polmone è la seconda neoplasia più frequente negli uomini e la terza nelle donne, ed è responsabile di circa 34mila decessi annui in Italia. Nell’ultimo decennio le terapie per il tumore del polmone sono andate incontro a significativi miglioramenti, in particolare con l’avvento dell’immunoterapia. Tuttavia l’efficacia dei trattamenti disponibili è ancora insufficiente a causa della presenza di cellule tumorali resistenti alle terapie. Il gruppo della Dott.ssa Ann Zeuner, prima ricercatrice presso il Dipartimento di Oncologia e Medicina Molecolare dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), ha pubblicato sulla rivista Frontiers in Oncology i risultati di uno studio di analisi del processo con cui le cellule di tumore al polmone sopravvivono alle terapie e ne limitano l’efficacia. Le cellule capaci di sopravvivere alle terapie antitumorali mostrano infatti particolari caratteristiche tipiche delle cellule staminali, come l’espressione della proteina embrionale Cripto. I risultati ottenuti dai ricercatori dell’ISS forniscono una nuova prospettiva utile a comprendere la risposta alle terapie dei tumori al polmone e pone le basi per lo sviluppo di nuovi metodi per monitorare l’andamento della malattia. La ricerca, sostenuta da Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro, è stata svolta in collaborazione con ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Napoli e dell’Università di ChongQing (Cina).

- Riproduzione riservata e per uso personale