Tumori nasofaringei: la sinusite post-radioterapia è predittiva di recidiva

  • Huang CJ & al.
  • Radiat Oncol
  • 11/04/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La sinusite dopo la radioterapia a intensità modulata (intensity-modulated radiation therapy, IMRT) è associata a recidiva nei pazienti con carcinoma nasofaringeo non metastatico (nonmetastatic nasopharyngeal carcinoma, NPC).

Perché è importante

  • Sono necessari marcatori prognostici accurati per i pazienti trattati con IMRT.

Risultati principali

  • Nell’intera coorte i tassi di sopravvivenza complessiva (overall survival, OS), sopravvivenza libera da malattia (disease free survival, DFS), sopravvivenza libera da fallimento locale (local failure-free survival, LFFS) e sopravvivenza libera da fallimento a distanza (distant failure-free survival, DFFS) a 3 anni erano rispettivamente del 91,4%, 80,3%, 90,6% e 87,5%.
  • La sinusite era associata a una riduzione di OS (84,4% vs. 97,4%: P=0,008), DFS (66,5% vs. 92,1%; P
  • HR=3,734 (P=0,001) per la DFS nell’analisi multivariata;
  • HR=8,944 (P=0,004) per la LFFS nell’analisi multivariata;
  • HR=2,951 (P=0,015) per la DFFS nell’analisi multivariata.
  • La sinusite ha evidenziato un valore predittivo negativo del 97,5% per la recidiva locale.
  • Disegno dello studio

    • Sono stati analizzati gli esiti di 230 pazienti con NPC non metastatico sottoposti a IMRT.
    • Finanziamento: Ministero della Salute e del Welfare, Taiwan, Repubblica di Cina; Ospedale Medico Universitario di Kaohsiung.

    Limiti

    • Studio retrospettivo.