Tumori mammari: la terapia endocrina è collegata a una riduzione dell’incidenza di malattie neurodegenerative

  • Branigan GL & al.
  • JAMA Netw Open
  • 02/03/2020

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Le donne sottoposte a terapia di modulazione ormonale (hormone-modulating therapy, HMT) per il tumore mammario sono a basso rischio di malattie neurodegenerative, inclusa la malattia di Alzheimer, rispetto a quelle che non ricevono HMT.
  • L’HMT prevede modulatori selettivi del recettore degli estrogeni, antagonisti del recettore degli estrogeni o inibitori dell’aromatasi.

Perché è importante

  • I risultati devono essere tenuti in considerazione nelle discussioni con le pazienti sui rischi e i benefici dell’HMT.

Disegno dello studio

  • Studio di coorte retrospettivo di donne (N=57.843) di età ≥45 anni con diagnosi di tumore mammario del database delle richieste di rimborso di una grande assicurazione statunitense (Humana). 
  • Dati tratti dalle richieste di rimborso delle pazienti, risalenti a 6 mesi prima e a ≥3 anni dopo la diagnosi di tumore mammario.
  • Le pazienti che hanno ricevuto HMT sono state confrontate con quelle che non hanno ricevuto HMT dopo appaiamento in base all’indice di propensione, per ridurre la distorsione da selezione.
  • Finanziamento: NIH; Women’s Alzheimer’s Movement; altri.

Risultati principali

  • Il 31,3% delle pazienti ha ricevuto HMT e il 68,7% no.
  • Il follow-up medio era di 5,5 (deviazione standard: ±1,8 anni) anni.
  • Le pazienti che hanno ricevuto HMT, rispetto a quelle che non hanno ricevuto HMT dopo appaiamento in base all’indice di propensione, avevano una probabilità inferiore di ricevere una diagnosi di:
    • tutte le malattie neurodegenerative,
      • 12,5% rispetto a 14,3% (rischio relativo [RR]=0,89; P
    • malattia di Alzheimer,
      • 4,9% rispetto a 6,0% (RR=0,82; P
    • demenza,
      • 10,4% rispetto a 11,8% (RR=0,88; P

Limiti

  • Risultati basati sui dati delle richieste di rimborso.
  • Disegno osservazionale retrospettivo.