Tumori mammari ER/PR+ con linfonodi +: il punteggio di recidiva basato su 21 geni è un predittore indipendente

  • Woodward WA & al.
  • JAMA Oncol
  • 09/01/2020

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nelle donne in post-menopausa affette da tumori mammari positivi per il recettore degli estrogeni (estrogen receptor, ER+) o positivi per il recettore del progesterone (progesterone receptor, PR+) con 1–3 linfonodi positivi il punteggio di recidiva (recurrence score, RS) basato su 21 geni è predittivo di recidiva locoregionale (locoregional recurrence, LRR) indipendentemente dal ricevimento di radioterapia.
  • I risultati derivano da un’analisi retrospettiva dei risultati di una sperimentazione di fase 3 di 10 anni.

Perché è importante

  • I risultati indicano che nelle donne con RS basso e 1–3 linfonodi positivi la radioterapia potrebbe non essere necessaria.

Disegno dello studio

  • Analisi retrospettiva di una coorte di 316 donne che hanno partecipato alla sperimentazione S8814 del Southwest Oncology Group.
  • Finanziamento: National Cancer Institute del Canada; Genomic Health Inc.; altri.

Risultati principali

  • L’incidenza cumulativa stimata a 10 anni di LRR era del 9,7% nelle pazienti con RS basso e del 16,5% nelle pazienti con RS intermedio o alto (P=0,02).
    • I tassi erano simili nel sottogruppo sottoposto a mastectomia senza radioterapia (n=252): 7,7% con RS intermedi e 16,8% con RS alti (P=0,03).
  • In un modello multivariabile corretto per trattamento randomizzato, numero di linfonodi positivi e tipo chirurgico, un RS più alto era predittivo di LLR (HR: 2,36; P=0,04).
    • In un sottogruppo con una mastectomia e 1–3 linfonodi positivi non sottoposto a radioterapia l’incidenza di LRR era dell’1,5% in caso di RS basso e dell’11,1% in caso di RS intermedio o alto (P=0,051).

Limiti

  • L’uso della radioterapia è stato valutato retrospettivamente.