Tumori mammari allo stadio iniziale: nessun vantaggio in termini di sopravvivenza con la mastectomia bilaterale

  • Kurian AW & al.
  • Cancer
  • 21/11/2019

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La mastectomia bilaterale (bilateral mastectomy, BLM) per tumore mammario allo stadio iniziale (early breast cancer, eBCa) non è associata a un vantaggio in termini di sopravvivenza nonostante la riduzione in misura modesta (circa 34–43 casi per 10.000 anni-persona) del rischio di secondo tumore mammario controlaterale (controlateral breast cancer, CBC) rispetto ad altri approcci chirurgici.

Perché è importante

  • L’uso di BLM per l’eBCa sta aumentando negli Stati Uniti.
  • Questo studio suggerisce che la mancanza di benefici in termini di sopravvivenza della BLM deve essere soppesata contro i suoi possibili danni.

Disegno dello studio

  • Coorte retrospettiva (n=245.418) di pazienti con eBCa in stadio 0–III in California (periodo 1998–2015) del database statunitense Surveillance, Epidemiology, and End Results.
  • L’eccesso di rischio assoluto (absolute excess risk, AER) di CBC è stato valutato come il numero osservato meno il numero previsto di BCa nella popolazione generale diviso per 10.000 anni-persona a rischio.
  • Finanziamento: California Department of Public Health, Centers for Disease Control and Prevention (CDC), National Institutes of Health (NIH).

Risultati principali

  • Dopo un follow-up mediano di 6,7 anni, il 3,2% della coorte aveva sviluppato CBC.
  • Gli AER erano maggiori dopo terapia con conservazione della mammella (breast conserving therapy, BCT; 5,0 casi in più per 10.000 anni-persona a rischio) e dopo mastectomia unilaterale (unilateral mastectomy, ULM; 13,6 casi in più per 10.000 anni-persona a rischio) rispetto alla BLM (28,6 casi in meno per 10.000 anni-persona a rischio).
  • La BLM non presentava un rischio diverso di decesso a causa del tumore mammario (HR: 1,03; IC 95%: 0,96–1,11) rispetto alla BCT.
  • L’ULM presentava un rischio maggiore di decesso a causa del tumore mammario (HR: 1,21; IC 95%: 1,17–1,25) rispetto alla BCT.

Limiti

  • Disegno retrospettivo osservazionale.