Tumori gastrici: un aggiornamento delle linee guida ESMO include il regime FLOT

  • European Society for Medical Oncology

  • Oncology guidelines update
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Un aggiornamento delle linee guida del 2016 sul trattamento dei tumori gastrici e della giunzione gastroesofagea in stadio Ib o superiore operabili raccomanda il trattamento perioperatorio con 5-fluorouracile/leucovorina, oxaliplatino e docetaxel (FLOT).

Perché è importante

  • L’aggiornamento riflette un cambiamento dello standard di cura per i tumori gastrici e i tumori della giunzione gastroesofagea.

Punti chiave

  • L’aggiornamento delle raccomandazioni deriva da un recente rapporto della sperimentazione FLOT4, discusso precedentemente qui.
  • Il regime perioperatorio FLOT ha ottenuto un tasso di risposta patologica (15,6% vs. 5,8%) maggiore e un prolungamento della sopravvivenza complessiva (overall survival, OS; 50 vs. 35 mesi; HR: 0,77; P=0,012) rispetto allo standard di cura (epirubicina, cisplatino e 5-fluorouracile o capecitabina) in pazienti con tumori gastrici operabili.
  • Non sono emersi problemi di tossicità grave con il regime FLOT.
  • Le linee guida aggiornate raccomandano FLOT come lo standard di cura, salvo esista una controindicazione specifica ai componenti di FLOT o il paziente non sia un buon candidato per la terapia con tripletta.
  • I farmaci mirati biologici, come trastuzumab, o i farmaci antiangiogenici non sono indicati per l’uso perioperatorio.