Tumori delle vie biliari: l’uso di aspirina è legato a una mortalità inferiore

  • Jackson SS & al.
  • JAMA Oncol
  • 17/10/2019

  • Jim Kling
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’uso di aspirina è associato a un rischio inferiore di decesso nei tumori delle vie biliari (biliary tract cancer, BTC) e i pazienti con uso de novo sembrano ottenere il massimo beneficio.

Perché è importante

  • L’aspirina potrebbe rallentare le metastasi interferendo con l’attivazione piastrinica.

Disegno dello studio

  • Analisi retrospettiva del database Clinical Pratice Research Datalink del Regno Unito (n=2.934).
  • Finanziamento: National Institutes of Health (NIH); National Cancer Institute.

Risultati principali

  • Il 23% dei pazienti aveva un tumore della colecisti (gallbladder cancer, GBC), il 53% un colangiocarcinoma, l’8% un tumore dell’ampolla di Vater (ampulla of Vater cancer, AVC) e il 16% tumori sovrapposti.
  • L’82% dei pazienti è deceduto; la sopravvivenza mediana era di 5,8 mesi (intervallo interquartile: 2–15 mesi).
  • Il 9% dei pazienti usava aspirina al basale e il 12% ha iniziato ad assumere aspirina dopo la diagnosi. Al 96% dei pazienti era prescritta una dose di 75 mg.
  • I pazienti che usavano aspirina erano con maggior probabilità più anziani, assumevano statine e facevano uso di aspirina prima della diagnosi. Le cardiopatie e le comorbilità erano più comuni nei pazienti che assumevano aspirina.
  • È stata osservata un’associazione tra uso di aspirina e riduzione del rischio di mortalità nel:
    • GBC, HR=0,63 (IC 95%, 0,48–0,83);
    • colangiocarcinoma, HR=0,71 (IC 95%, 0,60–0,85);
    • AVC, HR=0,44 (IC 95%, 0,26–0,76);
    • BTC sovrapposto, HR=0,68 (IC 95%, 0,50–0,92).
  • In tutte le categorie, il beneficio in termini di sopravvivenza era maggiore nei pazienti che non facevano uso di aspirina prima della diagnosi.

Limiti

  • Analisi retrospettiva.