Tumori della testa e del collo rari: la ripetizione dell’irradiazione con ioni carbonio può essere efficace e sicura

  • Held T & al.
  • Radiat Oncol
  • 12/11/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La ripetizione dell’irradiazione con ioni carbonio (carbon ion re-irradiation, CIR) è associata a un controllo locale del 66% e a un controllo a distanza del 72% nei pazienti con rari tumori della testa e del collo (head and neck cancer, HNC).

Perché è importante

  • La CIR può rappresentare un trattamento alternativo alle terapie sistemiche palliative.

Risultati principali

  • La dose totale mediana di ioni carbonio era di 51 Gy.
  • L’intervallo mediano tra radioterapia (RT) iniziale e CIR era di 5,2 anni.
  • La dose cumulativa mediana al tumore dopo RT iniziale e CIR era di 128,6 Gy.
  • La sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) locale mediana era di 24,2 mesi.
  • Il controllo locale a 1 anno era del 66%.
  • Il controllo a distanza a 1 anno era del 72%.
  • La sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana dopo la CIR era di 28,5 mesi nei pazienti con un intervallo dopo la RT ≥2 anni rispetto a 8,9 mesi nei pazienti con un intervallo dopo la RT
  • Dopo la CIR non sono state osservate tossicità acute o tardive gravi (≥ grado 3).

Disegno dello studio

  • 32 pazienti con rari HNC sono stati trattati con CIR e ne sono stati analizzati gli esiti.
  • Finanziamento: nessuno.

Limiti

  • Follow-up breve (mediana di 18,1 mesi).
  • Campione di pazienti di piccole dimensioni.
  • Studio retrospettivo.