Tumore vescicale: il follow-up a lungo termine conferma il beneficio di erdafitinib

  • Siefker-Radtke AO & al.
  • Lancet Oncol

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Erdafitinib evidenzia una buona risposta e un profilo di sicurezza gestibile nel lungo periodo in pazienti affetti da carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico con alterazioni di FGFR prespecificate.

Perché è importante

  • Il follow-up a lungo termine conferma il beneficio di erdafitinib in questa popolazione.

Disegno dello studio

  • Studio di fase 2, in aperto, BLC2001 di 101 pazienti affetti da carcinoma uroteliale in stadio avanzato con alterazioni di FGFR prespecificate, trattati con erdafitinib.
  • Finanziamento: Janssen Research & Development.

Risultati principali

  • Il follow-up mediano è stato di 24,0 mesi.
  • Il tasso di risposta obiettiva è risultato del 40%.
  • Il tasso di risposta completa è risultato del 4%.
  • Il tasso di controllo della malattia è risultato dell’80%.
  • La durata mediana della risposta è stata di 6,0 mesi.
  • Il tasso di sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) a 12 mesi è risultato del 21%; il tasso di sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) del 49%.
  • Non sono stati riferiti nuovi segnali di sicurezza.
  • Il tasso di eventi avversi correlati al trattamento di grado 3–4 è risultato del 71%; quelli più comuni sono stati stomatite e iponatriemia.

Limiti

  • Studio in aperto, mancanza di un comparatore.