Tumore vescicale ad alto rischio: è necessario un cambiamento della strategia di sorveglianza?

  • Rezaee ME & al.
  • PLoS ONE
  • 01/01/2020

  • Pavankumar Kamat
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Un approccio di sorveglianza cistoscopica a bassa intensità per il follow-up di pazienti con tumore vescicale non muscolo invasivo (nonmuscle invasive bladder cancer, NMIBC) ad alto rischio dopo il trattamento chirurgico sembra fattibile; tuttavia, sono giustificate sperimentazioni randomizzate prima di includerlo nella prassi.

Perché è importante

  • I pazienti con NMIBC devono sottoporsi a cistoscopia di sorveglianza dopo la resezione transuretrale e la possibile terapia intravescicale per valutare la recidiva della malattia nel tempo.

Disegno dello studio

  • Studio di coorte retrospettivo che ha incluso 1.542 pazienti (età: >65 anni) del Department of Veterans Affairs statunitense con diagnosi di NMIBC ad alto rischio tra il 2005 e il 2011 e seguiti fino al 2014.
  • I pazienti sono stati suddivisi in due categorie:
    • sorveglianza a bassa intensità, 1-5 cistoscopie;
    • sorveglianza ad alta intensità, 6 cistoscopie.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Con sorveglianza a bassa intensità, rispetto ad alta intensità: 
    • meno resezioni transuretrali, 37 rispetto a 99 su 100 anni-persona (P
    • nessuna differenza significativa nel rischio di decesso a causa del tumore vescicale a 5 anni:
      • incidenza cumulativa (cumulative incidence, CIn) dell’8,4% rispetto al 9,1% (P=0,61);
    • nessun aumento del rischio (CIn) di decesso a causa del tumore vescicale a 5 anni con: 
      • Ta, 5,7% rispetto all’8,2% (P=0,24); 
      • T1, 10,2% rispetto al 9,1% (P=0,58); 
    • riduzione del rischio di progressione a malattia invasiva (T1/T2) o di decesso a 5 anni: 
      • CIn, 19,3% rispetto al 31,3% (P=0,002).

Limiti

  • I risultati potrebbero essere soggetti a confondimento non misurato.
  • Non è stata valutata la potenziale influenza sulle prassi di sorveglianza mediante cistoscopia dei test/della diagnostica per immagini supplementari.