Tumore tiroideo anaplastico: la RT ad alto dosaggio rallenta la progressione locoregionale

  • Fan D & al.
  • Cancer
  • 08/10/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La radioterapia (RT) a dosi più alte è associata a un miglioramento della sopravvivenza libera da progressione locoregionale (locoregional progression-free survival, LPFS) e della sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) dei pazienti con tumore tiroideo anaplastico (anaplastic thyroid cancer, ATC).

Perché è importante

  • Questo studio potrebbe aiutare a guidare il trattamento dei pazienti con questa forma aggressiva di tumore tiroideo.

Risultati principali

  • La LPFS a 1 anno era del 74,4%; la OS a 1 anno era del 34,4%.
  • La RT a dosi ≥60 Gy era associata a una migliore LPFS (87,2% vs. 55,3%; HR: 0,135; P=0,001) e OS (47,9% vs. 17,4%; HR: 0,487; P=0,004) rispetto alla RT a dosi
  • La terapia trimodale (resezione chirurgica, chemioterapia e RT a dosi ≥60 Gy) era associata a una migliore LPFS (85,9% vs. 54,1%; HR: 0,060; P=0,017) rispetto ad altri regimi terapeutici.
  • Ha sviluppato dermatite di grado 3 il 20% dei pazienti e mucosite di grado 3 il 13% dei pazienti.

Disegno dello studio

  • Sono stati inclusi 104 pazienti con ATC, il 29,8% dei quali con malattia metastatica, che hanno ricevuto RT con intento curativo o postoperatoria.
  • Finanziamento: National Institutes of Health (NIH)/National Cancer Institute (NCI), Marie-Josée e Henry R. Kravis Center for Molecular Oncology.

Limiti

  • Studio retrospettivo.