Tumore testa-collo: la PET/TC rileva le metastasi a distanza prima della chirurgia di salvataggio

  • Nøhr A & al.
  • Eur Arch Otorhinolaryngol
  • 11/07/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Si osservano metastasi a distanza, rivelate da esami di PET/TC con [18F]fluorodeossiglucosio (FDG), in circa il 30% dei pazienti affetti da carcinoma a cellule squamose della testa e del collo (head and neck squamous cell carcinoma, HNSCC) recidivante, secondo uno studio retrospettivo.

Perché è importante

  • Identificare le metastasi a distanza mediante PET/TC può aiutare a evitare chirurgia di salvataggio non necessaria.

Risultati principali

  • Il 29,8% delle scansioni PET/TC ha rivelato metastasi a distanza (51 pazienti).
    • Le sedi più comuni erano polmoni, ossa, tessuto della parete toracica e fegato.
  • Nell’analisi stratificata in base all’anno, i tassi di metastasi a distanza erano simili nel tempo (33,3% nel 2012, 33,3% nel 2013, 28,6% nel 2014; P=0,55).
  • La sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana dopo la recidiva era di 9 mesi (IC 95%: 7–10 mesi).
    • Era di 22 mesi nei pazienti sottoposti a chirurgia di salvataggio rispetto a 6 mesi nei pazienti che non l’hanno ricevuta (P
    • La chirurgia di salvataggio era associata a una sopravvivenza migliore nei pazienti senza metastasi a distanza (P=0,006), ma non nei pazienti con metastasi a distanza (P=0,9).

Disegno dello studio

  • Sono stati inclusi 144 pazienti con HNSCC recidivante confermato mediante PET/TC.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Limiti

  • Studio con disegno retrospettivo.