Tumore testa-collo: il sottotipo a piccole cellule possiede una prognosi peggiore

  • Bean MB & al.
  • Oncologist
  • 07/08/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo un’analisi del database Surveillance, Epidemiology, and End Results (SEER), rispetto al più comune carcinoma a cellule squamose della testa e del collo (head and neck squamous cell carcinoma, HNSCC), il carcinoma a piccole cellule della testa e del collo (small-cell carcinoma of the head and neck, SmCCHN) è associato a una sopravvivenza peggiore e colpisce con probabilità molto maggiore la ghiandola salivare.

Perché è importante

  • L’SmCCHN è un tumore maligno raro, per il quale esistono dati limitati e una scarsa comprensione della sopravvivenza e dei fattori prognostici.

Risultati principali

  • L’SmCCHN è stato riportato più comunemente nella laringe/glottide/ipofaringe (31%) e nelle ghiandole salivari (29%).
  • L’HNSCC è stato osservato più comunemente nel cavo orale (39%) e nella laringe/glottide/ipofaringe (36%); solo il 2% era situato nella ghiandola salivare.
  • La sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) a 5 anni per l’HNSCC era del 46% e l’OS a 10 anni era del 30%.
  • La OS a 5 anni per l’SmCCHN era del 26% e l’OS a 10 anni era del 18%.
  • L’SmCCHN era associato a una OS peggiore rispetto all’HNSCC secondo l’analisi multivariata (HR: 1,53; IC 95%: 1,39–1,68).

Disegno dello studio

  • Sono stati inclusi 227.943 pazienti con HNSCC e 609 pazienti con SmCCHN del database SEER.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Limiti

  • Analisi retrospettiva di un ampio database.