Tumore prostatico: la terapia aggiuntiva con enzalutamide mantiene la QoL

  • Stenzl A & et al.
  • Eur Urol
  • 23/04/2020

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nei pazienti con tumore prostatico ormono-sensibile metastatico il trattamento con enzalutamide + terapia di deprivazione androgenica (androgen deprivation therapy, ADT) mantiene la qualità della vita correlata alla salute (health-related quality of life, HRQoL), anche nei pazienti con malattia ad alto volume.

Perché è importante

  • Enzalutamide ha prolungato la sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) secondo dati di efficacia riportati precedentemente; rappresenta quindi una strategia terapeutica che offre benefici clinici mantenendo al contempo la QoL.

Disegno dello studio

  • Esiti riferiti dai pazienti della sperimentazione di fase 3 ARCHES.
  • 1.150 pazienti con tumore prostatico ormono-sensibile metastatico sono stati assegnati casualmente a ricevere ADT con enzalutamide (n=574) oppure placebo (n=576).
  • Finanziamento: Astellas Pharma Inc.; Pfizer Inc.

Risultati principali

  • I pazienti erano generalmente asintomatici, con buona HRQoL, basso carico di sintomi e limitazioni funzionali minime al basale.
  • Enzalutamide + ADT, rispetto a placebo + ADT, hanno ritardato significativamente il tempo al primo deterioramento (time to first deterioration, TTFD) di:
    • dolore peggiore (14,09 vs. 11,10 mesi; P=0,032);
    • intensità del dolore (19,38 vs. 16,76 mesi; P=0,021);
    • punteggio della scala analogica visiva (visual analog scale, VAS) del questionario EQ-5D-5L (11,14 vs. 8,38 mesi; P=0,0070).
  • Nella malattia ad alto volume, enzalutamide + ADT hanno ritardato significativamente il tempo mediano al deterioramento di:
    • valutazione funzionale della terapia oncologica-prostata (Functional Assessment of Cancer Therapy-Prostate, FACT-P) totale (TTFD, HR=0,78 [P=0,020]; tempo al primo deterioramento confermato [time to first confirmed deterioration, TTFCD], HR=0,74 [P=0,012]);
    • benessere sociale secondo il questionario FACT-P (TTFD, HR=0,79 [P=0,035]; TTFCD, HR=0,74 [P=0,025]);
    • dolore peggiore (TTFCD, HR=0,75; P=0,030); 
    • deterioramento della VAS dell’EQ-5D-5L (TTFD, HR=0,77 [P=0,012]; TTFCD, HR=0,72 [P=0,0064]).

Limiti

  • I risultati potrebbero non essere generalizzabili ad altri stadi della malattia.