Tumore prostatico: la radioterapia senza ADT non evidenzia alcun beneficio in termini di OS

  • Jackson WC & al.
  • J Clin Oncol
  • 12/05/2020

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nei pazienti con tumore prostatico a rischio intermedio o alto, l’aggiunta di terapia di deprivazione androgenica (androgen deprivation therapy, ADT) alla radioterapia esterna (external beam radiotherapy, EBRT) migliora la sopravvivenza, mentre l’aggiunta all’EBRT di un boost di brachiterapia non determina benefici.

Perché è importante

  • L’ADT deve essere inclusa nel trattamento dei pazienti con malattia a rischio intermedio o alto, indipendentemente dal metodo di somministrazione della radioterapia.

Disegno dello studio

  • Metanalisi a rete di 6 sperimentazioni che hanno valutato l’EBRT con o senza ADT (n=4.663) e 3 sperimentazioni che hanno valutato l’EBRT con o senza brachiterapia (BT; n=718).
  • Finanziamento: National Institutes of Health, Prostate Cancer Foundation.

Risultati principali

  • L’84% dei pazienti presentava tumore prostatico a rischio intermedio o alto.
  • ADT + EBRT hanno migliorato significativamente la sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) rispetto alla sola EBRT:
    • HR=0,70 (IC 95%, 0,62­­-0,81).
  • Incidenza cumulativa stimata a 10 anni di mortalità complessiva:
    • 28% con EBRT + ADT;
    • 41% con EBRT + boost di brachiterapia.
  • Rispetto all’EBRT (con o senza ADT), brachiterapia + EBRT non hanno evidenziato alcuna differenza significativa nell’OS (HR=0,94; IC 95%, 0,70-1,27).
  • In una metanalisi di rete, EBRT + ADT hanno evidenziato un miglioramento significativo della OS rispetto a EBRT + brachiterapia:
    • HR=0,68 (IC 95%, 0,52-0,89).
  • Un modello bayesiano ha evidenziato una probabilità dell’88% di un’OS migliore con EBRT + ADT rispetto a EBRT + brachiterapia.

Limiti

  • Basso numero e dimensioni ridotte dei campioni delle sperimentazioni incluse.