Tumore prostatico: la radioterapia adiuvante può non essere adatta in caso di punteggio di Gleason 8–10

  • Heo JE & al.
  • Medicine (Baltimore)
  • 01/10/2019

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Tra i pazienti con tumore prostatico di alto grado sottoposti a prostatectomia radicale (radical prostatectomy, RP), quelli con punteggio di Gleason (Gleason score, GS) 8–10 e stadio patologico T2 (pT2) evidenziano una maggiore recidiva biochimica (biochemical recurrence, BCR) e mortalità tumore-specifica rispetto a quelli con GS 7 e stadio pT3.

Perché è importante

  • Nei pazienti con caratteristiche molto avverse le linee guida raccomandano la radioterapia adiuvante senza considerare il GS al momento della RP.

Disegno dello studio

  • Studio di 1.585 uomini con tumore prostatico sottoposti a RP, suddivisi in 3 gruppi:
    • gruppo 1 (GS 3+4 e pT3; n=760);
    • gruppo 2 (GS 4+3 e pT3; n=565) e
    • gruppo 3 (GS 8–10 e pT2; n=260).
  • Finanziamento: nessun finanziamento esterno.

Risultati principali

  • Follow-up mediano di 58 mesi.
  • 721 uomini hanno subito BCR; sono stati riportati 84 decessi tumore-specifici.
  • Nei gruppi 1, 2 e 3:
    • i tassi di sopravvivenza libera da BCR a 10 anni erano rispettivamente del 50,9%, 33,2% e 28,6%;
    • i tassi di mortalità per tutte le cause a 15 anni erano rispettivamente del 27,2%, 25,6% e 50,8%;
    • i tassi di mortalità tumore-specifica a 15 anni erano rispettivamente del 2,1%, 8,9% e 42,6%;
  • la sopravvivenza libera da BCR era significativamente inferiore nel gruppo 3 rispetto al gruppo 1 (P
  • nessuna differenza significativa tra gruppi nella mortalità per tutte le cause;
  • la sopravvivenza tumore-specifica era significativamente inferiore nel gruppo 3 rispetto al gruppo 1 (P=0,001) e 2 (P=0,005).

Limiti

  • Disegno retrospettivo.