Tumore prostatico ad alto rischio: nessun aumento della tossicità con l’irradiazione dei linfonodi pelvici

  • Parry MG & al.
  • J Clin Oncol
  • 04/06/2019

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nei pazienti con tumore prostatico localizzato o localmente avanzato ad alto rischio l’inclusione dei linfonodi pelvici (pelvic lymph node, PLN) nel campo di radiazione non aumenta il rischio di tossicità gastrointestinale o genitourinaria dopo 3 anni rispetto alla radioterapia a intensità modulata (intensity-modulated radiation therapy, IMRT) solo alla prostata.

Perché è importante

  • Le linee guida NICE britanniche raccomandano l’irradiazione dei PLN nei pazienti ad alto rischio; l’ampliamento del campo di trattamento per includere i PLN può prevenire la recidiva senza aumentare la tossicità gastrointestinale o genitourinaria.

Disegno dello studio

  • 3.845 pazienti con tumore prostatico localizzato o localmente avanzato ad alto rischio trattati con IMRT.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Il follow-up mediano era di 2,7 anni.
  • Il 20% dei pazienti ha ricevuto irradiazione dei PLN.
  • Nei pazienti sottoposti a IMRT della prostata e dei PLN rispetto a IMRT solo della prostata:
    • l’incidenza cumulativa a 3 anni di complicanze gastrointestinali era del 14% in entrambi i casi;
    • l’incidenza cumulativa a 3 anni di tossicità genitourinaria era del 9% rispetto all’8%;
    • sono state osservate 4,9 rispetto a 5,1 complicanze gastrointestinali per 100 anni-persona e 3,2 rispetto a 2,7 complicanze gastrointestinali per 100 anni-persona.
  • Gli uomini con ≥1 comorbilità presentavano un rischio maggiore di tossicità genitourinaria rispetto a quelli senza (HR sottodistribuzione: 1,39; P=0,01).
  • I pazienti nel quintile superiore, rispetto a quello inferiore, di deprivazione socioeconomica presentavano una tossicità gastrointestinale inferiore (HR sottodistribuzione: 0,68; P=0,01).

Limiti

  • Disegno retrospettivo.
  • Follow-up breve.