Tumore prostatico ad alto rischio: i tassi chirurgici sono aumentati negli USA nel periodo 2004-2016

  • Agrawal V & al.
  • JAMA Netw Open
  • 03/08/2020

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Negli Stati Uniti, il tasso di prostatectomia nei pazienti con tumore prostatico ad alto rischio è aumentato nel periodo 2004-2016.
  • Essere di colore e avere un’assicurazione sanitaria governativa sono associati a una probabilità inferiore di ricevere la prostatectomia.

Perché è importante

  • I progressi nelle procedure robotiche possono aver contribuito all’aumento della tendenza al trattamento chirurgico in assenza di evidenze delle linee guida indicative di una sua superiorità.

Disegno dello studio

  • Sono stati identificati 214.972 uomini con tumore prostatico ad alto rischio nel periodo dal 2004 al 2016.
  • 75.847 sono stati sottoposti a prostatectomia e 104.635 sono stati sottoposti a radioterapia.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • I tassi proporzionali di tumore prostatico ad alto rischio sono aumentati dall’11,8% al 20,4% (P
  • Il tasso di prostatectomia è aumentato dal 22,8% al 40,5% (P
  • Il tasso di radioterapia è diminuito dal 59,7% al 43,3% (P
  • È stata utilizzata radioterapia esterna più brachiterapia nel 12,6% degli uomini sottoposti a radioterapia.
  • La probabilità di essere sottoposti a prostatectomia è aumentata dal 2004 al 2013 ed è rimasta costante fino al 2016 (OR, 2,34; P
  • Gli uomini di colore presentavano una probabilità inferiore di essere sottoposti a prostatectomia rispetto agli uomini caucasici (OR, 0,57; P
  • Avere un’assicurazione governativa, rispetto a una privata, era associato a una probabilità inferiore di essere sottoposti a prostatectomia (OR, 0,64; P

Limiti

  • Studio retrospettivo.