Tumore polmonare più metastasi epatiche: terapia combinata oppure no?

  • Qin BD & al.
  • Crit Rev Oncol Hematol
  • 30/01/2020

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Il trattamento di prima linea con una terapia combinata a base di un inibitore della proteina di morte cellulare programmata 1/del ligando 1 della proteina di morte cellulare programmata (PD-1/PD-L1) più chemioterapia ottiene esiti simili nei pazienti con tumore polmonare con e senza metastasi epatiche.

Perché è importante

  • Studi precedenti sull’immunoterapia nel tumore polmonare con metastasi epatiche hanno ottenuto risultati contrastanti, ma tali risultati suggeriscono che la presenza di metastasi epatiche non deve essere il fattore determinante per la prescrizione di un trattamento combinato.

Disegno dello studio

  • Metanalisi di 8 sperimentazioni randomizzate e controllate (randomized controlled trial, RCT) con 4.485 pazienti affetti da tumore polmonare.
  • Finanziamento non rivelato.

Risultati principali

  • Complessivamente, la terapia combinata ha ottenuto una sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS; HR aggregati=0,63; IC 95%, 0,58-0,67) e una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS; HR aggregati=0,67; IC 95%, 0,57-0,78) significativamente migliori rispetto alla sola chemioterapia.
  • Sebbene i pazienti con metastasi epatiche abbiano evidenziato un beneficio in termini di sopravvivenza inferiore con la terapia combinata, la differenza non era significativa:
    • senza metastasi epatiche: HR PFS=0,60; IC 95%, 0,55-0,65; HR OS=0,70; IC 95%, 0,62-0,80;
    • con metastasi epatiche: HR PFS=0,69; IC 95%, 0,58-0,81 e HR OS=0,79; IC 95%, 0,62-0,80.
    • I rapporti di rischio aggregati dei pazienti con metastasi epatiche rispetto a quelli senza erano rispettivamente per la PFS HR=1,11; IC 95%, 0,92-1,34 e per la OS HR=1,03; IC 95%, 0,80-1,35.
  • L’analisi di sottoinsiemi di pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (non small cell lung cancer, NSCLC) basati sul tipo istopatologico ha evidenziato un’efficacia simile.

Limiti

  • Studio retrospettivo.