Tumore polmonare: oltre il 90% dei soggetti che fanno uso di tabacco soffre di disturbi da uso di tabacco

  • Paik SH & al.
  • PLoS One
  • 01/01/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Oltre il 90% dei pazienti dello studio con tumore polmonare che avevano fatto uso di tabacco nell’anno precedente alla diagnosi lamentava anche disturbi da uso di tabacco (tobacco use disorder, TUD); la maggior parte dei casi era grave.

Perché è importante

  • I criteri per i TUD sono stati modificati in modo significativo nella 5º edizione del manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (Diagnostic and Statistical Manual of mental disorders, DSM-V) rispetto al DSM-IV.
  • L’International Association for the Study of Lung Cancer ha recentemente pubblicato una dichiarazione che raccomanda ai medici di identificare i pazienti che fanno uso di tabacco e di consigliarne la cessazione.

Disegno dello studio

  • 200 pazienti con tumore polmonare che hanno fatto uso di tabacco nell’anno precedente la diagnosi.
  • Finanziamento: National Health Insurance Services, Repubblica di Corea.

Risultati principali

  • Il 78,5% dei pazienti aveva una diagnosi di dipendenza da nicotina secondo i criteri del DSM-IV, il 27,5% grave.
  • Il 92,0% dei pazienti aveva una diagnosi di TUD in base ai criteri del DSM-V, il 63,0% grave.
  • Il 73,0% dei pazienti aveva tentato di cessare l’uso di tabacco, il 41,5% più di una volta.
  • Il 42,5% dei pazienti aveva smesso di fumare con successo entro 3 mesi e il 30,5% in ≥3 mesi.
  • Il 30,0% dei pazienti aveva ricevuto un trattamento per la cessazione del fumo, tra cui counseling, terapia sostitutiva della nicotina e/o farmacoterapia.
  • I pazienti con TUD gravi rispetto a moderati presentavano una probabilità inferiore di aver tentato di smettere di fumare >3 volte (21,4% vs. 63,2%; P=0,009).
  • Il numero di criteri del DSM-V per TUD soddisfatti era correlato alla quantità cumulativa di fumo di tabacco durante la vita (P=0,001), al numero di sigarette/giorno (P=0,032) e al punteggio del test di Fagerstrom per la dipendenza da nicotina (P=0,001).

Limiti

  • La quantità di sigarette fumate era autoriferita.