Tumore pancreatico: il blocco dell’angiotensina è legato a un beneficio significativo in termini di sopravvivenza

  • Keith SW & al.
  • BMC Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I bloccanti del recettore dell’angiotensina II (angiotensin II receptor blockers, ARB) o gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (angiotensin-converting enzyme, ACE) sono associati in modo significativo a un miglioramento della sopravvivenza dei pazienti affetti da tumore pancreatico (pancreatic cancer, PC) incidente.

Perché è importante

  • Il più ampio studio fino ad oggi sulla sopravvivenza del tumore pancreatico correlata all’esposizione post-diagnosi ad ARB o ACE-inibitori.

Disegno dello studio

  • Studio retrospettivo di 8.158 pazienti affetti da PC incidente diagnosticato tra il 2003 e il 2011.
  • Finanziamento: American Cancer Society.

Risultati principali

  • Il 36,2% dei pazienti presentava malattia metastatica alla diagnosi.
  • Il 20% dei pazienti è stato sottoposto a resezione.
  • Nell’anno precedente la diagnosi, il 18% dei pazienti era stato esposto ad ARB e il 31,5% ad ACE-inibitori.
  • Dopo la diagnosi di PC, sono stati esposti ad ARB e ACE-inibitori rispettivamente il 18% e il 31,8% dei pazienti.
  • Dopo un follow-up mediano di 6,2 mesi, l’86,1% dei pazienti era deceduto.
  • Gli ARB dopo la diagnosi di PC sono risultati associati a un rischio di mortalità inferiore del 20% (HR=0,80; IC 95%, 0,72–0,89).
  • I soggetti esposti agli ACE-inibitori nei primi 3 anni dopo la diagnosi di PC hanno evidenziato un rischio di mortalità inferiore del 13% (HR=0,87; IC 95%, 0,80–0,94), che diventava meno pronunciato dopo 3 anni (HR=1,14; IC 95%, 0,90–1,45).

Limiti

  • Coorte retrospettiva.
  • Mancanza di dati sui fattori di rischio legati allo stile di vita.
  • Dati di un database amministrativo.