Tumore mammario: una grande convinzione nella scelta chirurgica è collegata a esiti riferiti dalla paziente migliori

  • Pesce C & al.
  • Breast Cancer Res Treat
  • 08/10/2020

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Essere una paziente “molto ben informata” e convinta della propria scelta per il trattamento chirurgico del tumore mammario è associato a esiti riferiti dalla paziente migliori dopo 15 mesi. 

Perché è importante

  • I chirurghi devono assicurarsi che le pazienti siano molto convinte e ben informate in merito alla scelta chirurgica, indipendentemente dall’approccio: terapia conservativa della mammella (breast-conserving therapy, BCT), mastectomia unilaterale (unilateral mastectomy, UM) o mastectomia bilaterale (bilateral mastectomy, BM).

Disegno dello studio

  • Studio di coorte prospettico di 203 donne con tumori mammari non ereditari che dovevano scegliere il trattamento chirurgico per il tumore mammario.
  • Le pazienti hanno completato dei questionari prima dell’intervento chirurgico e 1, 9 e 15 mesi dopo l’intervento chirurgico sui seguenti esiti riferiti dalla paziente:
    • scala di ansia e depressione dei pazienti ricoverati (Hospital Anxiety and Depression Scale, HADS) per l’ansia;
    • scala del timore di recidiva (Fear of Relapse/Recurrence Scale, FRRS);
    • grado di soddisfazione per le mammelle secondo il questionario BREAST-Q;
    • benessere psicosociale (psychosocial well-being, PSWB) secondo il questionario BREAST-Q.
  • Finanziamento: Auxiliary of the NorthShore University (USA).

Risultati principali

  • I gruppi sottoposti a BCT, UM e BM presentavano punteggi di ansia generalizzata simili prima dell’intervento chirurgico e dopo 15 mesi e hanno evidenziato tutti una diminuzione nel tempo (tutti P
  • Le differenze tra gruppi erano trascurabili (P=0,54).
  • Il grado di soddisfazione per le mammelle prima dell’intervento era simile tra gruppi, ma dopo 15 mesi era significativamente inferiore in caso di BM rispetto a BCT (P=0,005).
  • Essere “molto” convinta/ben informata sulla scelta dell’intervento chirurgico (rispetto a essere “meno” convinta/ben informata) è risultato associato, dopo 15 mesi, a:
    • ansia inferiore (P=0,008);
    • FRRS inferiore (P
    • PSWB migliore (P=0,026);
    • maggiore grado di soddisfazione per le mammelle (P=0,005).
  • Limiti

    • Disegno osservazionale.