Tumore mammario metastatico HR+: palbociclib + terapia endocrina sono comparabili alla capecitabina nello studio PEARL

  • Martín M & al.
  • Eur J Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo i risultati finali della sperimentazione PEARL, palbociclib + terapia endocrina (endocrine therapy, ET) ottengono una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) comparabile a quella ottenuta con la capecitabina nel tumore mammario metastatico positivo per i recettori ormonali (hormone receptor, HR), resistente agli inibitori dell’aromatasi (aromatase inhibitor, AI).

Perché è importante

  • Anche i precedenti risultati dello studio PEARL riportavano una sopravvivenza simile, ma indicavano che palbociclib + ET sono tollerati meglio e ritardano il deterioramento della qualità della vita (quality of life, QoL).
  • I risultati finali, riportati qui, suggeriscono che, in virtù della OS comparabile, la scelta della terapia deve dipendere dal costo, dalla tollerabilità e dalla QoL.

Disegno dello studio

  • PEARL è uno studio di fase 3, multicentrico, in aperto, controllato di palbociclib + ET rispetto a capecitabina in 2 coorti diverse (n=601):
    • la coorte 1 prevedeva palbociclib + exemestane come ET rispetto a capecitabina;
    • la coorte 2 prevedeva palbociclib + fulvestrant come ET rispetto a capecitabina.
  • La presenza di eventuali mutazioni di ESR1 è stata valutata nel 92,7% delle pazienti (le mutazioni di ESR1 suggeriscono un meccanismo di resistenza agli AI).
  • Finanziamento: Pfizer; AstraZeneca; Gruppo spagnolo per i tumori mammari GEICAM.

Risultati principali

  • Follow-up mediano:
    • coorte 2, 28,0 mesi;
    • ESR1 wild-type, 30,3 mesi;
    • popolazione complessiva (coorte 1 + coorte 2), 28,2 mesi.
  • Nessuna differenza tra palbociclib + ET e capecitabina in nessuno dei gruppi.
    • Coorte 2: l’OS mediana è risultata rispettivamente di 31,1 e 32,8 mesi (P=0,550).
    • ESR1 wild-type: l’OS mediana è risultata rispettivamente di 37,2 e 34,8 mesi (p=0,683).
    • Popolazione complessiva: l’OS mediana è risultata rispettivamente di 32,6 e 30,9 mesi (P=0,995).

Limiti

  • Disegno in aperto.