Tumore mammario: la dose di radiazioni all’arteria discendente anteriore sinistra è collegata a tossicità cardiaca

  • Zureick AH & al.
  • Int J Radiat Oncol Biol Phys

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La dose di radiazioni all’arteria discendente anteriore sinistra (left anterior descending artery, LAD) è correlata a eventi cardiaci avversi nelle donne con un tumore mammario sul lato sinistro.
  • Vengono identificate in modo specifico soglie di dose che aumentano il rischio, allo scopo di aiutare a guidare la pianificazione della radioterapia.

Perché è importante

  • Gli autori raccomandano il contornamento (contouring) e la riduzione al minimo della dose di radiazioni alla LAD per le pazienti che presentano un tumore mammario sul lato sinistro.

Disegno dello studio

  • Studio di coorte, retrospettivo di 375 donne trattate consecutivamente, sottoposte a irradiazione della mammella sinistra o della parete toracica di sinistra tra il 2012 e il 2018.
  • Lo studio ha utilizzato le cartelle cliniche per determinare la dose di radiazioni (dose alla LAD media [D LADmedia], dose alla LAD massima [D LADmax], dose cardiaca media [D cuoremedia] e dose cardiaca massima).
  • Sono stati registrati gli eventi cardiaci maggiori (es. morte cardiogena, infarto miocardico, rivascolarizzazione coronarica) e qualsiasi altro evento cardiaco (es. valvulopatia, disritmie).
  • Per stabilire le dosi soglia, convertite in dosi equivalenti in frazioni di 2 Gy (2 Gy equivalent dose, EQD2), è stata utilizzata la curva “receiver operating characteristics”.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • Follow-up mediano di 48 mesi.
  • Il 9,6% della coorte ha sviluppato eventi cardiaci dopo la radioterapia.
  • D LADmedia (HR=1,08; P=0,022) e D cuoremedia (HR=1,68; P=0,007) più elevate sono risultate predittive in modo indipendente di eventi cardiaci maggiori nell’analisi multivariata.
  • Potenziali soglie di dose per qualsiasi evento cardiaco o evento cardiaco maggiore:
    • D LADmedia rispettivamente EQD2 di 2,8 Gy, area sotto la curva (area under the curve, AUC)=0,69; oppure di 3,0 Gy, AUC=0,67;
    • D LADmax rispettivamente EQD2 di 6,7 Gy, AUC=0,66; oppure di 7,0 Gy, AUC=0,64.

Limiti

  • Studio monocentrico.
  • Disegno retrospettivo osservazionale.