Tumore mammario allo stadio iniziale: le terapie con esercizio fisico non evidenziano alcun beneficio per i sintomi muscolo-scheletrici indotti dagli AI

  • Roberts KE & al.
  • Cochrane Database Syst Rev
  • 29/01/2020

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo una revisione Cochrane, non ci sono evidenze chiare che dimostrino benefici della terapia con esercizio fisico come prevenzione o trattamento dei sintomi muscolo-scheletrici indotti dagli inibitori dell’aromatasi (aromatase inhibitor, AI) (AI-induced musculoskeletal symptom, AIMSS) nel tumore mammario allo stadio iniziale.

Perché è importante

  • Nonostante la mancanza di effetti sugli AIMSS, i revisori Cochrane raccomandano comunque terapie con esercizio fisico visti i benefici cardiovascolari e di altro tipo.

Disegno dello studio

  • Una metanalisi di 7 studi (400 partecipanti) che includevano un gruppo a cui era prescritto esercizio fisico e un gruppo comparatore, identificati mediante una ricerca sul Registro specializzato per i tumori mammari Cochrane e altri database.
  • Finanziamento: non specificato.

Risultati principali

  • Prevenzione di AIMSS (1 studio):
    • nessuna differenza tra gruppi nei punteggi del dolore, nella forza di prensione o nell’aderenza al farmaco AI.
  • Trattamento di AIMSS:
    • nessuna differenza nel punteggio del dolore peggiore,
      • differenza standardizzata media di -0,23 (IC 95% da -0,78 a 0,32);
    • differenze minime o assenti nei punteggi della rigidità secondo:
      • l’indice dell’osteoartrite delle Università Western Ontario e McMaster (Western Ontario and McMaster Universities Osteoarthritis Index), differenza media (mean difference, MD) di -0,76 (IC 95% da -1,67 a 0,15);
      • la scala analogica visiva, MD di -0,42 (IC 95% da -2,10 a 1,26);
    • nessuna differenza nella forza di prensione, MD di 0,30 (IC 95% da -0,55 a 1,15).
    • Nessuna differenza nell’aderenza alla terapia con AI, OR=2,43 (IC 95%, 0,41–14,63).

Limiti

  • Numero limitato di studi e di partecipanti.
  • Eterogeneità tra gli studi.
  • Evidenze di certezza molto bassa per la maggior parte degli esiti.