Tumore epatico: l’effetto delle statine sulla recidiva dopo il trattamento chirurgico

  • Khajeh E & al.
  • BMC Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Le statine aumentano la sopravvivenza libera da malattia (disease-free survival, DFS) dei pazienti affetti da carcinoma epatocellulare (hepatocellular carcinoma, HCC) dopo la chirurgia epatica.

Perché è importante

  • Gli alti tassi di recidiva dell’HCC dopo il trattamento chirurgico rimangono un problema.
  • Questi risultati suggeriscono una potenziale efficacia delle statine nel ridurre la recidiva dell’HCC, osservano gli autori.

Disegno dello studio

  • Revisione sistematica e metanalisi dei dati di studi idonei identificati mediante una ricerca su PubMed, Web of Science, EMBASE e Cochrane Central.
  • Finanziamento: Champalimaud Foundation, Portogallo.

Risultati principali

  • Sono stati inclusi 9 studi con 44.219 partecipanti (2.243 hanno ricevuto statine e 41.976 no).
  • Il ricevimento di statine è risultato associato a un tasso inferiore di recidiva dopo la chirurgia epatica (HR=0,53; IC 95%: 0,44–0,63; P<0,001).
  • Le statine sono risultate associate a una riduzione della recidiva 1 anno (OR=0,27; IC 95%, 0,16–0,47; P<0,001), 3 anni (OR=0,22; IC 95%, 0,15–0,33; P<0,001) e 5 anni (OR=0,28; IC 95%, 0,19–0,42; P<0,001) dopo il trattamento chirurgico.
  • La certezza delle evidenze per gli esiti è moderata.

Limiti

  • Studio non randomizzato e non in cieco.
  • Tutti gli studi inclusi provenivano dall’area Asia-Pacifico.
  • Non tutti gli studi contenevano informazioni su tempi, dosaggio e tipo di statina.
  • Tutti gli studi possedevano un alto rischio di distorsione.