Tumore endometriale: l’aggiunta di vistusertib all’anastrozolo migliora gli esiti

  • Heudel P & al.
  • JAMA Oncol

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’aggiunta di vistusertib all’anastrozolo migliora il tasso di assenza di progressione (progression-free rate, PFR) a 8 settimane, il tasso di risposta complessiva (overall response rate, ORR) e la sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) delle pazienti affette da tumore endometriale che lamentano tossicità gestibili.

Perché è importante

  • L’identificazione dei sottogruppi molecolari consentirebbe una selezione più precisa delle pazienti che potrebbero ottenere benefici da questa combinazione.

Disegno dello studio

  • Sperimentazione di fase 1/2 VICTORIA di pazienti affette da tumore endometriale recidivante o metastatico positivo per i recettori ormonali trattate con vistusertib più anastrozolo o anastrozolo in monoterapia.
  • Finanziamento: Institut National du Cancer francese.

Risultati principali

  • Il follow-up mediano è stato di 27,7 mesi.
  • Dopo 8 settimane, il PFR è risultato del 67,3% con vistusertib più anastrozolo e del 39,1% con anastrozolo.
  • Durante il periodo preparatorio (run-in) di sicurezza, 2 pazienti su 6 hanno sviluppato eventi avversi gravi.
  • Nel gruppo trattato con vistusertib più anastrozolo, rispetto al gruppo trattato solo con anastrozolo:
    • l’ORR è risultato del 24,5% rispetto al 17,4%;
    • la PFS mediana è risultata significativamente più lunga (5,2 mesi [IC 95% 3,4–8,9 mesi] vs. 1,9 mesi [IC 95% 1,6–8,9 mesi]).
  • Eventi avversi non ematologici più comuni:
    • vistusertib più anastrozolo: fatica, nausea e diarrea;
    • solo anastrozolo: fatica e artralgia.
  • Gli eventi avversi di grado 3–4 più comuni nel gruppo trattato con vistusertib più anastrozolo sono stati una ridotta conta linfocitaria, iperglicemia e fatica.

Limiti

  • Studio in aperto, di piccole dimensioni.