Tumore endometriale: la PET/TC preoperatoria non è affidabile per la malattia extrauterina

  • Stewart KI & al.
  • Cancer
  • 21/06/2019

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La tomografia a emissione di positroni (positron emission tomography, PET)/TC preoperatoria non rileva i linfonodi positivi e la malattia metastatica in più della metà delle pazienti con tumore endometriale ad alto rischio.

Perché è importante

  • I risultati suggeriscono che la PET/TC preoperatoria non è uno strumento primario affidabile per la valutazione preoperatoria iniziale, la stadiazione o la pianificazione chirurgica.

Disegno dello studio

  • Studio di 108 pazienti con tumore endometriale ad alto rischio di nuova diagnosi sottoposte a PET/TC preoperatoria seguita da intervento chirurgico nel periodo 2013–2016.
  • Esito: tassi di individuazione di linfonodi positivi e malattia peritoneale.
  • Finanziamento: National Institutes of Health; SPORE in Uterine Cancer del National Cancer Institute.

Risultati principali

  • Secondo la PET/TC il 19,4% delle pazienti presentava malattia extrauterina, il 17% linfonodi positivi e il 7% malattia peritoneale.
  • Il 95% delle pazienti è stato sottoposto a linfadenectomia pelvica e para-aortica.
  • Per i linfonodi e la malattia peritoneale la PET/TC ha evidenziato, rispettivamente:
    • sensibilità del 45,8% e del 37,5%;
    • specificità del 91,1% e del 97,8%;
    • valore predittivo positivo del 61,1% e 75%;
    • valore predittivo negativo dell’84,7% e 90,0%;
    • tasso di falsi negativi del 54,2% e 62,5%.

Limiti

  • Studio monocentrico.