Tumore della cervice: rischio raddoppiato di decesso con la chirurgia mininvasiva

  • Cusimano MC & al.
  • Am J Obstet Gynecol
  • 06/07/2019

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nelle pazienti con tumore della cervice in stadio IB sottoposte a isterectomia radicale, l’approccio chirurgico mininvasivo (minimally invasive surgery, MIS) è associato a un rischio doppio di decesso e recidiva rispetto all’isterectomia radicale a cielo aperto.
  • Non è stata osservata alcuna differenza in termini di sopravvivenza tra pazienti in stadio IA e II+.

Perché è importante

  • La MIS deve essere evitata in queste pazienti; è giustificata un’ulteriore valutazione del sottogruppo.

Disegno dello studio

  • Novecentocinquantotto pazienti (età media di 45,9 anni) con tumore della cervice prevalentemente in stadio IB (n=543; IA, n=244; II+, n=124; sconosciuto, n=56) sottoposte a isterectomia radicale nel periodo 2006–2017.
  • Finanziamento: Mount Sinai Hospital/University Health Network; altri.

Risultati principali

  • Il 49,3% delle pazienti è stato sottoposto a MIS (robotica, 10,4%; laparoscopica, 89,6%).
  • Follow-up mediano di 6 anni.
  • Nella malattia in stadio IB, la MIS ha ottenuto incidenze cumulative a 5 anni maggiori, rispetto alla chirurgia a cielo aperto, di:
    • decesso (12,5% vs. 5,4%; P=0,019);
    • morte tumore-specifica (9,3% vs. 3,3%; P=0,003);
    • recidiva (16,2% vs. 8,4%; P=0,008).
  • Dopo correzione per fattori correlati a paziente e chirurgo, la MIS è risultata associata a un rischio maggiore di decesso per tutte le cause (HR: 2,20; IC 95%: 1,15–4,19) e recidiva (HR: 1,97; IC al 95%: 1,10–3,50) rispetto alla chirurgia a cielo aperto nelle pazienti con malattia in stadio IB.
  • Le pazienti con malattia in stadio IA e II+ non hanno evidenziato alcuna differenza tra MIS e chirurgia a cielo aperto in termini di decesso per tutte le cause e recidiva.

Limiti

  • Disegno retrospettivo.
  • Piccolo numero di pazienti in stadio IA e II+.