Tumore della cervice: la chirurgia mininvasiva non è più sicura degli interventi a cielo aperto

  • Obermair A & al.
  • Am J Obstet Gynecol
  • 03/10/2019

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nelle pazienti con tumore della cervice sottoposte a isterectomia radicale l’incidenza di eventi avversi è simile con chirurgia mininvasiva (minimally invasive surgery, MIS) e chirurgia a cielo aperto.

Perché è importante

  • È stata riportata una mortalità maggiore con MIS nei risultati dello studio  Approccio laparoscopico al carcinoma della cervice (Laparoscopic Approach to Carcinoma of the Cervix, LACC).
  • La MIS è ampiamente utilizzata, nonostante insufficienti dati prospettici a sostegno.

Disegno dello studio

  • Dati concernenti gli eventi avversi della sperimentazione di non inferiorità, multinazionale, randomizzata LACC.
  • 631 pazienti con tumore della cervice in stadio IA1 (invasione linfovascolare), IA2 o IB1 assegnate casualmente a MIS (n=319) o chirurgia a cielo aperto (n=312).
  • Finanziamento: MD Anderson Cancer Center dell’Università del Texas.

Risultati principali

  • Nell’analisi sono state incluse 536 pazienti.
  • Non è stata osservata alcuna differenza nel gruppo sottoposto a MIS rispetto al gruppo sottoposto a chirurgia a cielo aperto in termini di:
    • qualsiasi evento avverso di grado ≥2 (59% vs. 53%, P=0,17);
    • eventi avversi intraoperatori di grado ≥2 (12% vs. 10%, P=0,45);
    • eventi avversi postoperatori di grado ≥2 (54% vs. 48%, P=0,14);
    • eventi avversi gravi (grado ≥3 o seri, 18% vs. 16%, P=0,54);
    • eventi avversi seri (14% vs. 12%, P=0,43).
  • Un indice di massa corporea (IMC) più alto era associato a un aumento del rischio di qualsiasi evento avverso di grado 2+ (OR: 1,05; P=0,007).

Limiti

  • La sperimentazione è stata interrotta prematuramente a causa dei tassi più alti di decesso osservati nel gruppo sottoposto a MIS.