Tumore del polmone con metastasi cerebrali: il trattamento iniziale con WBRT migliora risposta e sopravvivenza

  • Li C & al.
  • Cancer Manag Res
  • 01/01/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti con adenocarcinoma del polmone EGFR+ e metastasi cerebrali (brain metastasis, BM) che ricevono radioterapia panencefalica (whole-brain radiotherapy, WBRT) prima del trattamento con inibitori tirosin-chinasici (tyrosine kinase inhibitor, TKI) del recettore del fattore di crescita dell’epidermide (epidermal growth factor receptor, EGFR) ottengono una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) e tassi di risposta obiettiva (objective response rate, ORR) significativamente migliori rispetto a quelli trattati con WBRT concomitante o dopo i TKI dell’EGFR.
  • Tuttavia, i pazienti con alti indici di valutazione prognostica graduata malattia-specifica (disease-specific graded prognostic assessment, DS-GPA) devono ricevere WBRT immediatamente dopo i TKI dell’EGFR.

Perché è importante

  • Mancavano dati riguardanti l’effetto sugli esiti della sequenza WBRT e TKI dell’EGFR.

Disegno dello studio

  • Centonovantacinque pazienti con adenocarcinoma del polmone EGFR+ hanno ricevuto WBRT e TKI dell’EGFR.
  • Finanziamento: National Natural Science Foundation of China e altri.

Risultati principali

  • Sessantasette pazienti hanno ricevuto prima WBRT, 64 hanno ricevuto trattamento concomitante e 64 hanno ricevuto prima TKI dell’EGFR.
  • ORR significativamente migliore con WBRT iniziale rispetto a terapia concomitante o TKI dell’EGFR iniziali (82% vs. 64% vs. 63%; P=0,004).
  • OS significativamente maggiore con WBRT iniziale (36 mesi) rispetto a terapia concomitante (25 mesi; P=0,006) e TKI dell’EGFR iniziali (25 mesi; P
  • La sequenza con WBRT iniziale era associata a una OS migliore rispetto alla terapia concomitante (aHR: 1,373; P=0,006) o ai TKI dell’EGFR iniziali (aHR: 1,917; P=0,004).
  • Ricevere inizialmente TKI dell’EGFR o terapia concomitante era associato a una OS migliore dei pazienti con DS-GPA più alto (2–3) rispetto a quelli con punteggi DS-GPA 0–1,5 (P=0,023).

Limiti

  • Studio retrospettivo monocentrico.