Tumore del pancreas: l’ERCP preoperatoria risulta sicura negli anziani

  • Rustgi SD & al.
  • Clin Gastroenterol Hepatol
  • 06/12/2018

  • Jim Kling
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La colangiopancreatografia retrograda endoscopica (endoscopic retrograde cholangiopancreatography, ERCP) preoperatoria non è associata a un aumento della mortalità dei pazienti con tumore del pancreas di età superiore a 65 anni.

Perché è importante

  • L’ERCP può essere utilizzata in sede preoperatoria per gestire i sintomi di ittero e per normalizzare i livelli di bilirubina prima della chemioterapia neoadiuvante, ma preoccupa il rischio di infezione e mortalità.
  • Un numero sempre maggiore di pazienti viene sottoposto a ERCP preoperatoria, specialmente quelli con tumori al limite (borderline) della resecabilità.

Disegno dello studio

  • Analisi retrospettiva di 16.670 pazienti di età >65 anni del database Surveillance, Epidemiology and End Results (SEER) del National Cancer Institute.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Il 17,3% dei pazienti è stato sottoposto a resezione chirurgica; tra di essi, il 64,5% ha subito ERCP nei 6 mesi precedenti il trattamento chirurgico.
  • Dopo correzione, non è emerso un rischio maggiore di decesso associato all’ERCP (HR: 1,04; IC 95%: 0,94–1,14).
  • Anche un modello dl rischio proporzionale di Cox ponderato in base all’indice di propensione non ha evidenziato un rischio innalzato di mortalità associata all’ERCP (HR: 1,02; IC 95%: 0,96–1,08), anche eliminando dal modello ittero, colangite e prurito (HR: 1,03; IC 95%: 0,97–1,10).

Limiti

  • Analisi retrospettiva.