Tumore al testicolo: un questionario specifico misura al meglio la qualità di vita


  • Agenzia Zoe
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

In aggiunta al più generico EORTC QLQ-C30, il questionario EORTC QLQ-TC26 rappresenta uno strumento importante ed efficace per la valutazione della qualità di vita legata alla salute (HR-QoL) in pazienti con cancro del testicolo.

“Questa neoplasia interessa pazienti piuttosto giovani – nei due terzi dei casi hanno meno di 40 anni – e si caratterizza per una mortalità piuttosto bassa. Per queste ragioni valutare in modo preciso la qualità di vita dei pazienti è davvero importante” si legge sulle pagine della rivista BMC Cancer, sulle quali è stato recentemente pubblicato un lavoro condotto dai dei collaboratori allo European Organisation for Research and Treatment of Cancer Quality of Life Group (EORTC QLG).

All’analisi, svolta utilizzando dati relativi a 313 pazienti, hanno preso parte anche esperti attivi in Italia, dove il tumore del testicolo si colloca al primo posto per incidenza negli uomini di età compresa tra 0 e 49 anni (12% di tutti i tumori) e presenta un’incidenza in continua crescita, ma anche una sopravvivenza molto elevata (91%) a 5 anni. “La recente valutazione delle caratteristiche psicometriche del questionario QLQ-TC26 ha incluso l’esame della struttura del questionario, della sua affidabilità nelle ripetizioni, della capacità di adattarsi ai cambiamenti nel tempo e della sua accettabilità cross-culturale” continuano gli autori, guidati da Monika Sztankay, dell’Università di Innsbruck, in Austria.

E i risultati dell’analisi sono a sostegno della struttura proposta e oggi disponibile nella versione inglese, olandese, tedesca, italiana, spagnola, serba e polacca. Per 8 scale su 12 è stata osservata una buona affidabilità nelle ripetizioni del test e anche la coerenza interna è risultata buona per tutte le scale ad eccezione di quelle della comunicazione e della funzionalità sessuale. “A questo si aggiunge una capacità accettabile di adattarsi ai cambiamenti nel tempo e la capacità di distinguere tra pazienti con diverso status di malattia” aggiungono gli autori che raccomandano l’utilizzo del questionario QLQ-TC26 nella valutazione della HR-QoL specifica per il tumore del testicolo nel corso del trattamento sia negli studi clinici sia nella pratica quotidiana.