Trieste, Asuits completa squadra direzione strategica


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Trieste, 17 gen. (AdnKronos Salute) - E' completa la squadra della direzione strategica dell'Asuits (Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste). La rosa dei vertici dell'azienda si chiude con la nomina dei vice commissari straordinari per l'area sanitaria - la poltrona va a Adele Maggiore - e per l'area sociosanitaria, incarico quest'ultimo affidato a Mara Pellizzari. Le due nomine (con decreto n. 33 e 34), operative da febbraio, vanno ad affiancare quella di Franco Sinigoj, vice commissario per l'area amministrativa dal 2 gennaio di quest'anno.

Maggiore ha nel suo curriculum diverse esperienze al vertice (direzione sanitaria dell'azienda ospedali Riuniti di Trieste e dell'Aas n.1 Triestina), oltre alla più recente parentesi come direttore sanitario dell'Irccs Burlo Garofolo. Il percorso di Pellizzari invece l'ha portata a esperienze dirigenziali che le hanno permesso di spaziare dall'ambito organizzativo al formativo, in contesti come l'Aas n.5 Bassa Friulana e l'Aas n.2 Bassa Friulana Isontina, delle quali è stata responsabile infermieristico dal 1996 e dirigente infermieristico dal 2002 a oggi. L'esperta ha sviluppato progetti e modelli con particolare riguardo al tema della continuità e dell'integrazione assistenziale ospedaliero-territoriale e socio-sanitaria, nella logica del welfare comunitario.

Sinigoj, direttore amministrativo uscente dell'Aas n.2, ha rivestito lo stesso ruolo anche nell'Aas n.1 e in altre aziende del Friuli Venezia Giulia, come il Cro di Aviano e l'Arpa. La scelta, si legge in una nota, è stata quella di professionisti che avessero anche "un'ottima conoscenza delle aziende che saranno interessate dalle modifiche organizzative previste dall'ultima riforma sanitaria, con cui si arriverà alla creazione dell'azienda universitaria Giuliano Isontina.