Treviso, 'orecchio bionico' restituisce l'udito a un bimbo di Roma


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Treviso, 27 ago. (AdnKronos Salute) - Un 'orecchio bionico' restituisce l'udito a un 13enne affetto da diverse patologie fin dalla nascita e praticamente sordo. L'intervento chirurgico è stato eseguito all'ospedale Ca' Foncello di Treviso da Daniele Frezza, direttore dell'Unità di Chirurgia dell'orecchio, in stretta collaborazione con Cosimo de Filippis, primario di Audiologia. Il bambino, di Roma - informa l'Ulss 2 veneta - è seguito al Ca' Foncello per varie patologie.

L'installazione di impianti cocleari (l'orecchio artificiale collegato al nervo acustico in grado di ripristinare le sensazioni uditive) - ricorda l'azienda sanitaria - è un intervento per cui il nosocomio trevigiano attrae da diversi anni pazienti da tutta Italia. L'impianto è stato attivato la settimana scorsa e il bambino ci sente bene".

"Il bambino - spiega Frezza - mi è stato presentato un anno fa dalla dottoressa Paola Midrio, primario della Chirurgia pediatrica. Nel suo reparto, infatti, è seguito per alcune gravi problematiche che lo accompagnano fin dalla nascita. E' un bambino molto intelligente e sveglio; direi in una maniera sorprendente, perché fin da piccolo ha sofferto di grave ipoacusia, quindi ha sempre sentito estremamente poco e solo grazie alle protesi. I genitori ci hanno riferito come, altrove, abbiano trovato grande difficoltà ad essere ascoltati e compresi. Considerato il rapporto creatosi con la famiglia, abbiamo avviato un percorso con tutti i monitoraggi e i controlli necessari fino all'intervento eseguito, per l'udito da un lato, a fine luglio".